L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 17 maggio 2015

Stati Uniti hanno destabilizzato l'Iraq e la Siria, si assumano le proprie responsabilità

Iran, Khamenei risponde a Obama: Usa terroristi e sponsor dei sunniti Is

TEHERAN - Sentitosi chiamato in causa da Barack Obama, che, al summit di Camp David con le petromonarchie sunnite del Golfo Persico, ha accusato l'Iran di aver "intrapreso azioni tese a destabilizzare la regione" (il sostegno ai ribelli sciiti Houthi in Yemen) la Guida Suprema, Ali Khamenei ha replicato colpendo duro. Per l'uomo cui spetta l'ultima parola a Teheran sono gli Stati Uniti ad essere dei "terroristi" perchè sono responsabili di "aver creato" il fondamentalismo in Medio Oriente e dato vita ai jihadisti sunniti dello Stato Islamico (Is).

Con al fianco il presidente Hassan Rohani ed il presidente del Parlamento, Ali Larijani, la Guida Suprema ha sostenuto che il governo americano è il "responsabile morale" del terrorismo perché "ha addestrato e sostenuto" in tutta la storia "i gruppi terroristici più

pericolosi come Is".

Parole forti che potrebbero rappresentare un ulteriore ostacolo alle trattative in corso per trovare, entro il 30 giugno, un'intesa definitiva sul programma nucleare iraniano.

http://www.repubblica.it/esteri/2015/05/17/news/iran_khamenei_risponde_a_obama_usa_terroristi_e_sponsor_dei_sunniti_is-114538655/?ref=twhr&utm_source=dlvr.it&utm_medium=twitter 

Nessun commento:

Posta un commento