L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 23 maggio 2015

Ucraina, la colonia europea statunitense da altri soldi per sostenere la guerra

Ucraina: da Ue altri 1,8mld euro per assistenza economica

Siglato Memorandum, riforme in cambio di prestiti

22 maggio, 19:22

Ucraina: da Ue altri 1,8mld euro per assistenza economica Ucraina: da Ue altri 1,8mld euro per assistenza economica
BRUXELLES - La Ue e l'Ucraina hanno siglato oggi a Riga il Memorandum d'intesa e un accordo per prestiti nell'ambito del terzo piano di assistenza macroeconomica che porterà nella casse di Kiev altri 1,8 miliardi di euro.

L'accordo è stato siglato dal vicepresidente della Commissione Ue Valdis Dombrovskis, dal ministro delle finanze ucraino Natalie Jaresko e dal Governatore della banca centrale ucraina Valeria Gontareva.

L'accordo fissa le condizioni che l'Ucraina dovrà rispettare per avere i fondi, ovvero un piano di riforme ambizioso che va dalla gestione dei conti pubblici alla trasparenza, dall'ambiente per le imprese all'energia, al settore finanziario. Tali riforme aiuteranno il Paese a raggiungere le priorità di medio termine descritte dall'accordo di associazione Ue-Ucraina.

http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2015/05/22/ucraina-da-ue-altri-18mld-euro-per-assistenza-economica_5a11d576-ebd5-4131-bebe-204542ee4782.html

Nessun commento:

Posta un commento