L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 11 agosto 2015

I Fratelli Musulmani hanno anche una strategia sociale che li rende pericolossissimi, uno stato nello stato


Egitto: comitato governativo confisca 16 ospedali riconducibili a esponenti Fratelli musulmani

Il Cairo, 10 ago 15:17 - (Agenzia Nova) - Una commissione governativa egiziana ha sequestrato 16 ospedali la cui proprietà sarebbe riconducibile a figure di spicco dei Fratelli musulmani in 5 province del paese: lo hanno reso noto i media statali, che citano un comunicato stampa. Secondo la nota rilasciata dalla commissione governativa, “l’operazione non influenzerà il livello dei servizi medici forniti presso gli ospedali al Cairo, Giza, Gharbia (delta del Nilo), Damietta (delta del Nilo) e Assuit (Alto Egitto). La commissione, che dipende direttamente dal ministero della Giustizia, è stata costituita sulla scia di un decreto governativo che designa i Fratelli musulmani "gruppo terroristico" a metà dicembre del 2013.

Nessun commento:

Posta un commento