L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 16 ottobre 2015

Giovani Go

Caserta, l'ingegnere Antonio Crispino battezza il movimento 'Giovani Go'
A presentare le finalità dell'associazione, Daniela De Sanctis per un gruppo promotore che ha già registrato l'adesione di numerosi casertani. Previsto l'intervento del filosofo Diego Fusaro


Caserta - “Giovani Go”, il movimento dei giovani casertani che non intendono rassegnarsi allo status quo, muove i primi passi e si presenta al pubblico per condividere ed organizzare una nuova proposta politica per la città.

Ad accompagnare per mano l’iniziativa sarà il filosofo Diego Fusaro, tra i più giovani e promettenti pensatori europei, autore del saggio "Il futuro è nostro. Filosofia dell'azione", edito da Bompiani, nel corso di un incontro-dibattito pubblico che si terrà venerdì prossimo, 16 ottobre, alle ore 18, nei locali dell’ex Bingo, in via Patturelli al civico 14.

L’incontro, moderato dal giornalista Antonio Arricale, sarà introdotto dall’imprenditore edile, ingegnere Antonio Crispino, che del movimento si è voluto fare mallevadore, mettendo per intanto a disposizione di “Giovani Go” un’attrezzata struttura polifunzionale di circa 2 mila metri quadrati, posta nel cuore della città, per favorire appunto l’incontro, la condivisione e la progettualità di idee in quanti – in particolar modo i giovani, ma non solo – non intendono guardare passivamente al lento e graduale declino del tessuto politico-sociale-culturale-morale-urbanistico-istituzionale della città capoluogo e, in prospettiva, dell’intero territorio provinciale.

A delineare l’organizzazione e le finalità di “Giovani Go” sarà Daniela De Sanctis a nome del gruppo promotore (Fabio Filippazzo, Stefania Del Galdo e Daniela Casale), che ha già registrato l’entusiastica adesione di numerosi casertani under 40, tra cui molti brillanti professionisti. 

Infine, l’intervista-intervento con il filosofo Diego Fusaro, cui seguirà il dibatto con il pubblico presente.

Redazione Tuttiinpiazza

http://www.tuttiinpiazza.it/articoli/caserta_e_provincia/caserta_l_ingegnere_antonio_crispino_battezza_il_movimento__giovani_go__/caserta_l_ingegnere_antonio_crispino_battezza_il_movimento__giovani_go__.asp

Nessun commento:

Posta un commento