L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 25 dicembre 2015

2015 crisi economica, se si inceppa il Sistema dei Derivati il mondo fa pluf

Tutta la ricchezza nel mondo, l’infografica definitiva 

Pubblicato il 23 dicembre 2015 da Redazione

Tutta la ricchezza nel mondo, l’infografica definitiva
Quanta ricchezza c’è nel mondo? Il sito di financial media Visual Capitalist ha provato con il progetto di creazione infografiche “Money Project” a contarla. Non è facile, si deve andare nell’impalpabile, come per esempio nei derivati, un universo difficile anche da contare. Ma vediamo
Ricchezza nel mondo: oro e patrimoni delle aziende sono solo una minoranza
La cosa più interessante è che quelo cui normalmente siamo abituati a pensare riguardo alla ricchezza nel mondo, come al fatturato di Microsoft o Apple o dei miliardari del pianeta, in realtà è ben poca cosa rispetto al debito pubblico e privato nel mondo o al patrimonio immobiliare, o alle azioni, ma soprattutto rispetto ai derivati.

Vediamo con ordine, dalle grandezze più piccole alle più grosse, da Startupitalia:

BITCOIN: Sono solo 5 miliardi di dollari

ARGENTO: 14 Miliardi il suo valor

GATES, BUFFETT, SLIM: sono i 3 uomini più ricchi del mondo e insieme sfiorano i 79,2 miliardi di dollari.

MICROSOFT, APPLE, GOOGLE, BERKSHIRE HATHAWAY, EXXON MOBIL tre delle maggiori aziende mondiali, il cui giro d’affari è più di 616 miliardi di dollari, un terzo del PIL italiano

IL BILANCIO DELLA FED la banca centrale statunitense, circa 4.500 miliardi di dollari

TUTTE LE MONETE E LE BANCONOTE del mondo, 5.000 miliardi di dollar

IL MERCATO IMMOBILIARE COMMERCIALE ha un valore di 7.600 miliardi di dollari.

L’ ORO vale 7.800  miliardi di dollari.

NARROW MONEY, ovvero tutti i soldi disponibili nelle banche esigibili.

LA CAPITALIZZAZIONE DELLE BORSE di tutto il mondo è di circa 70.000 miliardi di dollari. Il 52% è negli Usa, l’8% in UE.

BROAD MONEY, ovvero tutta la liquidità più tutti i depositi, le obbligazioni. Sono 80.900 miliardi di dollari

IL DEBITO MONDIALE, è di circa 199.000 miliardi di dollari, di cui circa un quarto è quello sovrano degli stati

– E infine i DERIVATI, i famosi derivati….Si tratta un contratto legato all’andamento sul mercato di un altro strumento finanziario (titolo obbligazione etc..), il sottostante. E’ una scommessa sul suo andamento, sia su quello favorevole che sfavorevole. L’ammontare di queste scommesse sul mercato globale, sui suoi andamenti, sui suoi titoli azionari, obbligazionari, su società, nazioni, aziende, è di 1.200.000 di miliardi di dollari. Per iscritto 1.200.000.000.000.000 dollari.


http://www.termometropolitico.it/1202108_tutta-la-ricchezza-nel-mondo-linfografica-definitiva.html 

Nessun commento:

Posta un commento