L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 25 dicembre 2015

Arexpo-Expo, il brillante Sala scappa e non fornisce i dati, il suo operato è opaco

Expo: Passera, Sala nasconde verità, candidato sindaco sia trasparente

|

24 Ore (AdnKronos) - Milano, 23 dic. "Il commissario unico di Expo e 'candidato per la sinistra', come si è lui stesso definito, Giuseppe Sala, è palesemente nervoso. Proprio perché so come si fanno i bilanci pretendo un po' più di trasparenza: se poi tutto sarà convincente saremo tutti contenti, ma dopo le sceneggiate sul numero dei biglietti, meglio approfondire. Tutti i milanesi, nonché il sindaco Giuliano Pisapia e il suo assessore al bilancio Francesca Balzani, come azionisti dell’esposizione, dovrebbero chiedere conto a Sala della gestione di Expo". Così Corrado Passera, candidato sindaco di Milano, con una piattaforma civica."Oggi il commissario Sala ci dice che ha incassato circa 400 milioni di biglietti. È proprio sicuro - domanda Passera - visto che poi ci parla di fondo rischi su crediti? Rifaccio pertanto la domanda: quanto ha incassato Expo dalla vendita dei biglietti? Spero in una risposta precisa. Così come sono del tutto insufficienti le informazioni che Sala ha fornito su ricavi e incassi di Expo, altrettanto reticente appare sui costi che ha sostenuto per Expo: perché?. Qui non è in discussione il successo dell'esposizione ma è altrettanto sicuro che i cittadini hanno il diritto di sapere esattamente quanto è costata". 
 
 
 

Expo: Passera, Sala nasconde verità, candidato 

sindaco sia trasparente (2)


24 Ore (AdnKronos) - "L'ammontare dei costi operativi - insiste Passera - che Sala indica nel suo comunicato comprende anche gli adeguamenti per gli extra costi che stanno emergendo, prima di tutto per bonifiche e "riporto di terra"? Se tutti gli extra costi prevedibili sono stati inclusi in un fondo rischi, possiamo sapere a quanto ammonta questo fondo? Il dato presentato si riferisce ai costi operativi sostenuti fino a oggi o comprende anche quelli che dovranno ancora essere sostenuti per completare il progetto Expo, per esempio per lo smantellamento del sito?"."Se questi ultimi non sono contemplati, che stima se ne può fare? I costi di cui parla Sala sono solo quelli sostenuti direttamente da Expo o comprendono anche costi sostenuti per Expo da Arexpo, dal Comune, dalla Provincia/Città Metropolitana, dalla Regione e dallo Stato? Se non sono compresi, qual è la loro entità?" domanda ancora il candidato sindaco?"Se il candidato/commissario Sala – conclude Passera - avesse dato un minimo di informazioni comprensibili non ci sarebbe bisogno di queste domande. Il quadro della gestione di Expo può essere molto diverso in funzione dei chiarimenti che Sala ci darà. Perché è così reticente nel dare informazioni ai cittadini?". 
 

Nessun commento:

Posta un commento