L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 26 febbraio 2016

Arexpo-Expo, come non dare ragione a Passera, Sala è un bugiardo, non si può votare ne candidare a sindaco questa persona



pubblicato il 25/feb/2016 12:09

Passera: commissione d'inchiesta su Expo, Sala dice bugie

Fare luce sulla non trasparente gestione dell'Esposizione


Passera: commissione d'inchiesta su Expo, Sala dice bugie
Milano, 25 feb. (askanews) - "Insediare immediatamente la commissione d'inchiesta per fare luce sulle bugie di Sala sulla gestione di expo. Prima che operazioni di ingegneria finanziaria come la fusione tra Arexpo e la società Expo Spa cancellino le prove delle perdite economiche provocate dalla non trasparente gestione Sala dell'Esposizione universale". Lo ha dichiarato Corrado Passera, candidato sindaco a Milano con una propria lista civica, chiedendo che il Consiglio comunale insedi oggi la Commissione che dovrà fare luce sui bilanci di Expo.

"Ieri l'assemblea dei soci ha confermato il buco di 32,6 milioni e le bugie di Sala sui conti - prosegue Passera - non sono stati inoltre chiariti elementi importantissimi come i molti costi straordinari che stanno emergendo. Il solo fatto che Sala, ancora ieri, abbia insistito a dire che il bilancio di Expo si è chiuso in attivo rende più che mai urgente, non solo a parole, fare finalmente chiarezza anche per capire quanto i milanesi dovranno pagare per la non trasparente gestione dell'Esposizione Universale".

Nessun commento:

Posta un commento