L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 29 febbraio 2016

uno, due indizi non sono una prova ma tre si. Il corrotto Pd va a braccetto con la Fratellanza Musulmana , accordi a Torino, Firenze e comunanza con i Fratelli Musulmani del Marocco

Chaouki con il leader del Pjd, partito legato ai Fratelli Musulmani




Ecco – ove ve ne fosse stata la necessità – la foto che ritrae, e quindi conferma, la vicinanza dell’islamodeputato ‘moderato’ Khalid Chaouky ai Fratelli musulmani. (https://www.facebook.com/khalid.chaouki/photos/pb.376665715753915.-2207520000.1456674935./943594425727705/?type=3&theater)
chaouki








Chaouki, legato o in ‘rappresentanza’ dei Fratelli Musulmani in Italia, ingaggiato dal fronte antitaliano del Pd,  ha infatti pubblicato sulla sua pagina facebook una foto scattata a Rabat che lo ritrae insieme a Abdelilah Benkirane, il premier marocchino che guida il partito islamista Giustizia e Sviluppo (Pjd, legato ai Fratelli Musulmani), un movimento politico-religioso che si rifà al cosiddetto moderno islam politico – meglio definito come islamismo e si batte, fra l’altro, per una maggiore unità araba e musulmana. Inoltre è è meno liberale e moderno rispetto al partito AKP turco dal quale deriva.
Benkirane guida il governo marocchino da più di tre anni e speriamo che Chaouki, a seguito di questi “contatti marocchini” non si faccia venire l’idea di creare in Italia una succursale del Pjd, ovvero di un partito vicino ai Fratelli Musulmani, che non hanno certo bisogno di presentazione.

Nessun commento:

Posta un commento