L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 5 giugno 2016

Afghanistan - la guerra d'invasione continua se gli inglesi hanno avuto 450 morti quante persone hanno ucciso da ottobre del 2001?


Più truppe inglesi in Afghanistan

 















AFGHANISTAN - Kabul 04/06/2016. Per garantire la sicurezza nel paese, il Regno Unito si prepara a schierare fino a più di 100 soldati in Afghanistan.
L'agenzia afgana Pajhwok riporta la notizia citando come fonte il britannico The Telegraph, su cui compare un intervento del segretario alla Difesa britannico Michael Fallon. Fallon ha incontrato i leader afgani nel corso di una visita lampo a Kabul. Il dispiegamento ulteriore di soldati che probabilmente andranno ad aggiungersi alla guarnigione britannica di 450 uomini a Kabul, secondo il giornale, rischia di rigettare l'Inghilterra in una guerra in cui ha avuto più di 450 morti. In precedenza Washington aveva esortato gli alleati, tra cui la Gran Bretagna, ad inviare più truppe in Afghanistan per permettere alle truppe americane di operare nel resto del paese. La NATO, nel frattempo, dovrebbe discutere della cosa prima del Vertice di Varsavia di luglio. La Gran Bretagna si era impegnata a mantenere le sue truppe in Afghanistan fino alla fine di quest'anno, ma il nuovo dispiegamento dovrebbe essere esteso per almeno un altro anno.

Nessun commento:

Posta un commento