L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 14 giugno 2016

Banca Etruria, Calenda faccia il suo dovere fino in fondo, alzi la testa e veda le responsabilità di Banca Italia invece di accodarsi, per convenienza, a Report, la quale, sempre per convenienza, salva Visco

pubblicato il 13/giu/2016 09:53

Calenda attacca la Consob: sulle quattro banche fatti molti errori

Il ministro condivide le critiche sulla gestione della crisi

Calenda attacca la Consob: sulle quattro banche fatti molti errori
Roma, 13 giu. (askanews) - "Non commento decisioni di organi indipendenti ma molti errori sono stati fatti". Così il ministro dello sviluppo economico, Carlo Calenda risponde a Giovanni Minoli nel corso della trasmissione Mix24 su Radio24 in merito alla condotta della Consob nella gestione del caso che ha coinvolto quattro istituti di credito (Banca Etruria, la Cassa di Risparmio di Ferrara, Banca Marche e la Cassa di Risparmio di Chieti). Interrogato sulla trasmissione Report nella quale la conduttrice Milena Gabanelli criticando la condotta dell'autorità chiedeva le dimissioni del Presidente della Consob, Giuseppe Vegas, Calenda rispondendo alla domanda: "La trasmissione Report ha ragione?", ha risposto: "Ha ragione".

Nessun commento:

Posta un commento