L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 14 giugno 2016

Roma elezioni - il Gruppo Caltagirone può anche non avere terreni in proprietà MA è innegabile che a Roma i suoi appetiti sono palesi e altri nascosti e che il corrotto Pd è sempre stato il suo alter ego sul piano politico

CALTAGIRONE: 'NO A STRUMENTALIZZAZIONI SU TEMA OLIMPIADI A ROMA'


(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 13 giu - Il gruppo Caltagirone replica a un servizio televisivo della trasmissione 'La Gabbia' "per evitare strumentalizzazioni elettorali sul delicato tema delle Olimpiadi a Roma" si legge in una nota nel quale il gruppo, presieduto da Francesco Gaetano Caltagirone, aggiunge di voler rimanere "estraneo alla contesa elettorale". Nello specifico si spiega che il gruppo Caltagirone non possiede terreni a Tor Vergata, ne' in quel quadrante della citta' e, che la Vianini Lavori, societa' controllate, e' concessionaria dei lavori per l'Universita' di Tor Vergata assieme ad altre nove imprese e quindi senza alcuna esclusiva, a seguito di bando di gara europea vinto nel 1987.

Nessun commento:

Posta un commento