L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 26 luglio 2016

Negli Stati Uniti i diritti umani non vengono rispettati quotidianamente

#BlackLivesMatter protesta contro la brutalità della polizia in diverse città

25.07.2016 Democracy Now!
#BlackLivesMatter protesta contro la brutalità della polizia in diverse città
(Foto di Democracy Now!)
Giovedì scorso gruppi di Black Lives Matter hanno organizzato manifestazioni di protesta contro la brutalità della polizia in varie città degli Stati Uniti. A Oakland centinaia di persone si sono radunate davanti al Comune. A Durham, North Carolina, i manifestanti si sono incatenati fuori dalla sede della polizia locale, chiedendo di rivedere il piano di costruzione di un nuovo quartier generale dal costo di 70 milioni di dollari. A Pittsburgh, gli attivisti hanno bloccato una strada trafficata nell’ora di punta e chiesto di non usare più i cani poliziotto negli arresti.
Il deputato della Pennsylvania Ed Gainey ha sostenuto la protesta con questa dichiarazione: “Nelle nostre comunità abbiamo tante brave persone che ogni giorno si alzano, vanno al lavoro, tornano a casa e dovrebbero sentirsi al sicuro nel loro quartiere. Dovrebbe esserci questo tipo di unione.”

Nessun commento:

Posta un commento