L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 27 luglio 2016

Strategia della Paura -In tutti i sistemi che non riescono a garantire un futuro al proprio popolo, vivono del terrore interno della propria gente e quindi ...

Attacco chiesa di Rouen, Adinolfi: “Mix di jihadismo, mistica massonica satanista e interessi oligarchici"
26 luglio 2016 ore 23:52, Lucia Bigozzi





“In ciò che sta accadendo, c’è un intreccio di fattori”. Gabriele Adinolfi, scrittore, ne individua alcuni conversando con Intelligonews: “Dai jihadisti che hanno proclamato una strategia in sei fasi che avrebbe poi portato al Califfato nel 2020 a Roma, ad un interesse oligarchico dei sistemi occidentali che vivono del terrore del loro popolo, al Frankenstein che si è creato con lo ius soli e con la presunta integrazione di massa di persone sradicate dai propri Paesi che per questo finiscono per odiare se stessi e gli altri e diventano razzisti”. 











In Francia assalto a una chiesa, presa di ostaggi e due vittime sgozzate. Giulietto Chiesa a Intelligonews dice che è ‘l’Occidente ad aver creato le condizioni per un caos globale” e che c’è “un terrorismo organizzato subdolamente da diversi centri di potere, inclusi i centri europei legati ai servizi segreti”. 

Condivide? 

"Condivido parzialmente questa lettura. In primo luogo può essere vero che lo jihadismo sia stato costruito a tavolino durante le contese, soprattutto in Afghanistan e Asia, da tutta una serie di servizi occidentali. Poi è pure vero che chi conta in America, quasi venti anni fa, ha previsto un sistema di mantenimento dell’ordine mondiale tramite gli scontri di civiltà e di religione, favorendoli. E fin qua ci siamo; poi però ci sono altri fattori…". 

Quali?

"Il primo: i jihadisti nella Jihad ci credono, quindi loro hanno proclamato qualche tempo fa una strategia in sei fasi che avrebbe poi portato al Califfato nel 2020 a Roma e in queste sei fasi si prevedeva a partire dalla fine del 2015 di una serie di attentati indiscriminati e continuati in tutt’Europa. Questo è stato previsto soggettivamente dalla Jihad che per quanto possa stata spinta dagli apparati dell’Occidente, ha comunque prodotto di suo. Poi ci sono altri fattori e tra questi ce n’è uno di interesse oligarchico".

Cosa intende?

"In tutti i sistemi che non riescono a garantire un futuro al proprio popolo, vivono del terrore interno della propria gente; quindi ritengo che la maggior parte delle istituzioni occidentali siano contentissime di quello che sta accadendo perché consente loro di distrarre l’opinione pubblica e di ‘rimbecillirla’. Un altro fattore lo individuo nel fatto che si è creato un Frankenstein con lo ius soli e con la presunta integrazione di massa di persone sradicate dai propri Paesi che per questo finiscono per odiare se stessi e gli altri e diventano razzisti. Infatti quelli che stiamo subendo sono delle offensive razziste anti-bianchi. C’è un ultimo aspetto: ad alti livelli come si è dimostrato ampiamente dal video dell’inaugurazione del San Gottardo, esiste una strana mistica massonica, sostanzialmente satanista, che si compiace del versamento di sangue e quindi crea un humus che lo facilita. Insomma: abbiamo un sistema di cose per cui è inutile attaccarne una piuttosto che un’altra perché si sostengono a vicenda". 

Francia, Germania, ancora Francia: ora toccherà all’Italia?
"Diciamo che è molto probabile. Se facciamo un discorso razionale su tutti i dati, dovrebbe essere così. Poi dipende… "

Nessun commento:

Posta un commento