L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 9 agosto 2016

E' giusto spendere per le armi ma è fondamentale creare lavoro stabile e duraturo

F-35, GLI ATTUALI COSTI: AIR FORCE "È SEMPRE UNA QUESTIONE DI SOLDI"

(di Franco Iacch)
08/08/16 
“È tutta una questione di soldi. Mi piacerebbe procedere ad una massiccia acquisizione, ma non possiamo fare più di così. La nostra priorità è rivolta alla formazione della nuova generazione di piloti”. Smorza gli animi il Segretario dell’Air Force Deborah Lee James, in merito al programma di acquisizione del Pentagono per l’F-35.
Secondo il generale Herbert "Hawk" Carlisle, comandante dell’Air Combat Command, il Pentagono dovrebbe acquistare 60 F-35 l’anno, nel breve termine, per sostituire gli aerei più obsoleti. La timeline di acquisizione ufficiale è di 40 F-35 l’anno fino al 2021. Dal 2021 in poi, il rateo di produzione dovrebbe toccare le 60 piattaforme annuali. Produzione legata inevitabilmente alla capacità di acquisto. Carlisle, in realtà, ha ribadito che per sostituire l’intera flotta, la produzione dovrebbe attestarsi sulle 80 unità. Utopia assoluta per il Pentagono, considerando gli attuali costi unitari.
Non ci sono abbastanza soldi per ricostruire velocemente una nuova flotta – ha replicato il Segretario James sfogliando il buy rate plan –stiamo concentrando gli sforzi per aumentare il numero di aviatori in servizio attivo.
L’Air Force stima un’acquisizione di 1763 F-35A. Il costo unitario di un F-35A per l’anno fiscale 2016, è di 109,88 milioni di dollari. La struttura del velivolo costa 64,47 milioni, mentre il motore F135-PW-100 13,06 milioni di dollari. L'avionica ammonta a 16,74 milioni di dollari. I restanti 15,61 milioni di dollari riguardano le altre voci necessarie.
Il costo unitario di un F-35B per l’anno fiscale 2016, è di 121,33 milioni di dollari. La struttura del velivolo costa 71,81 milioni di dollari, mentre il motore F135-PW-600 accoppiato al Rolls-Royce LiftSystem costa 30.82 milioni di dollari. L'avionica ammonta a 16,33 milioni di dollari. 2.37 milioni di dollari, infine, per altre voci necessarie.
Il costo unitario di un F-35C per l’anno fiscale 2016 è di 117,83 milioni di dollari. La struttura del velivolo costa 86,09 milioni di dollari, mentre il motore F135-PW-400 costa 13,06 milioni di dollari. L'avionica ammonta a 16,36 milioni di dollari. 2,32 milioni di dollari, infine, per altre voci necessarie.
A causa di una maggiore efficienza e miglioramenti nel processo, Lockheed Martin è stata in grado di ridurre il numero di ore di lavoro necessarie per la produzione di un F-35, passando da 153.000 ore del 2011 a 50.000 ore entro la metà del 2015. La società prevede di abbassare ulteriormente il numero fino a 35 mila ire per cellula entro il 2020. Tradotto significa un costo unitario di 80 milioni di dollari entro il 2020.
Il costo totale del programma F-35 è stimato in 319 miliardi di dollari a cui vanno aggiunti 55,13 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo e 4,79 miliardi di dollari in military construction (MILCON).
(foto: U.S. Air Force)

Nessun commento:

Posta un commento