L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 12 agosto 2016

Siria&Parigi&Bruxelles&Nizza - I mercenari della Rivoluzione a Pagamneto ricevono armi dagli Stati Uniti e soldati dalla Gran Bretagna hanno creato milioni di profughi e 300.000 morti e ancora insistono vedi Aleppo

Forze Speciali britanniche identificate per la prima volta sul territorio siriano

Una formazione anti-Assad addestrata e armata con artiglieria pesante da parte delle forze speciali di Londra. Rivelazioni clamorose alla BBC

Redazione
martedì 9 agosto 2016 11:30

Veicoli britannici nella base di Al Tanaf

Veicoli britannici nella base di Al Tanaf

da RT.

Le foto pubblicate dalla BBC mostrano dei militari britannici presso una base dei ribelli in Siria. Laddove i media affermano che i soldati giocano un ruolo difensivo, li si può invece notare in queste immagini mentre trasportano artiglieria pesante.

È la prima volta che le forze speciali britanniche sono state fotografate sul suolo siriano. Nelle immagini si possono vedere dei veicoli e dei militari britannici che pattugliano il perimetro di una base dei ribelli di Al Tanaf, nei pressi della frontiera iracheno-siriana. Le immagini risalgono allo scorso giugno.

Veicoli  britannici nella base di Al Tanaf.

La BBC afferma che i militari britannici ricoprono un ruolo difensivo in questa base del c.d. Nuovo Esercito Siriano, che si oppone al governo di Bashar al-Assad. Tuttavia queste immagini esemplari dimostrano che i soldati dispongono di missili anticarro, fucili da cecchino e pezzi di artiglieria pesante.

Un portavoce dei ribelli ha ammesso che stavano ricevendo l'aiuto britannico. «Riceviamo l'addestramento da parte delle forze speciali dei nostri partner britannici e americani. Riceviamo inoltre le armi e l'equipaggiamento del Pentagono così come un sostegno aereo», ha svelato alla BBC. Il Foreign Office, il ministero degli esteri britannico, da parte sua ha rifiutato di commentare queste immagini.


Fonte:

Traduzione per Megachip a cura di Matzu Yagi. 

http://megachip.globalist.it/Detail_News_Display?ID=126348#.V6mrGUAO7Tc.facebook

Nessun commento:

Posta un commento