L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 25 settembre 2016

Ucraina, una voce dell'opposizione

Deputato ucraino invita Occidente ad aprire gli occhi sui fallimenti di Kiev

Vitaliy Belousov
POLITICA 19:28 24.09.2016

In 2 anni in Ucraina non c'è stata nessuna “svolta europea” e per l'Occidente è giunto il momento di aprire gli occhi sulla corruzione e l'intolleranza che regnano nel Paese, scrive in un articolo sul Guardian il deputato del “Blocco d'opposizione” Vadim Novinsky. Due anni fa l'Occidente guardava l'Ucraina con entusiasmo, ma ora prova solo "disperazione e stanchezza." "Coloro che sono saliti al potere a Kiev, tra gli applausi delle élite occidentali, ora si aspettano che i partner occidentali chiudano gli occhi per il loro modo di governare il Paese", osserva Vadim Novinsky. Secondo il deputato, in Ucraina sono diventate comuni anche le "azioni terroristiche". Secondo Novinsky, solo col terrorismo si può caratterizzare l'occupazione del canale tv "Inter" ai primi di settembre da parte di ultranazionalisti. L'economia dell'Ucraina è stagnante, le bollette sono molto più care del salario minimo. "Agli amici dell'Ucraina in Occidente è giunto il momento di smettere di sostenere quei soggetti nel governo ucraino che predicano l'intolleranza e la guerra," — scrive il deputato. Ora l'Ucraina ha un disperato bisogno di pace con i suoi vicini e di riconciliazione nazionale. Fino a quando l'Ucraina non si riprenderà, sarà un "peso e il mal di testa" della UE, conclude Novinsky.

Leggi tutto: http://it.sputniknews.com/politica/20160924/3403884/Ucraina-Maidan-corruzione-intolleranza-estremismo.html

Nessun commento:

Posta un commento