L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 28 ottobre 2016

Autovelox - è un falso ideologico dire che sono strumenti di sicurezza, servono a fare cassa. Sta cominciando ad essere virale la loro distruzione o la protesta del loro uso indiscriminato. Non si vogliono adeguare i limiti di velocità alla realtà dei contesti

BOATO NELLA NOTTE: FANNO ESPLODERE L'AUTOVELOX SULLA ROMEA -GUARDA



Giovedì 27 Ottobre 2016, 15:13
di Elisa Cacciatori

PORTO VIRO - Fanno esplodere un velobox, ma la telecamere potrebbero aver ripreso i vandali. L'ennesimo atto ai danni dei contenitori arancioni nel centro cittadino è accaduto martedì quando è saltato in aria il velobox di via Dosso, poco lontano da uno degli ingressi dalla Romea. Erano da poco passate le 21 quando ignoti hanno fatto saltare, con tutta probabilità servendosi di petardi, una delle strutture che dovrebbe contenere i velox mobili, ma che in realtà viene normalmente utilizzato da deterrente per la velocità. È intervenuta la Polizia locale che ha messo in sicurezza l'area. Nella mattinata di ieri è stato rimosso quanto rimasto del contenitore. 

 

Si tratta di un atto vandalico che oltre a causare un danno nelle casse comunali di oltre mille euro avrebbe potuto provocare seri danni ai mezzi in transito lungo la strada. Cosa sarebbe infatti accaduto se una delle schegge di plastica avesse colpito un'auto di passaggio o peggio, un motociclista? «Solo degli sprovveduti se la possono prendere con un contenitore in plastica vuoto - dice il comandante della Polizia locale Mario Mantovan - che ha il solo scopo di fare da deterrente e ricordarti che bisogna moderare la velocità. Adesso stiamo vagliando le immagini delle telecamere».

Nessun commento:

Posta un commento