L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 10 novembre 2016

Monte dei Paschi di Siena - ostacolo all'attività di vigilanza, falso in bilancio e aggiotaggio, i medesimi reati per gli amministratori di Banca Etruria non sono stati indicati dal Rossi

LA VOCE DEL CONSUMATORE
Monte dei Paschi di Siena: Federconsumatori si costituisce parte civile nel processo penale contro gli ex amministratori
Gli azionisti possono aderire alla costituzione entro e non oltre il 1 dicembre 2016, contattando le nostre sedi.

(Federconsumatori Nazionale) - In vista della prima udienza del processo contro gli ex vertici della banca Monte dei Paschi di Siena, nonché della Deutsche Bank e di Nomura, che si terrà il 15 dicembre, Federconsumatori si prepara ad assistere tutti coloro che vogliano costituirsi parte civile.

I reati contestati agli indagati sono diversi, tra i quali quelli di ostacolo all'attività di vigilanza di CONSOB, falso in bilancio e aggiotaggio.

Entro la data della prima udienza i detentori di azioni Monte dei Paschi Spa, ed anche coloro i quali le abbiano detenute in passato, possono costituirsi parte civile, al fine di chiedere il risarcimento dei danni subiti: le operazioni contestate, cui è conseguita una falsa rappresentazione del reale ”stato di salute” della banca, da un lato hanno indotto molti risparmiatori ad acquistare le azioni, ad un prezzo non corrispondente al reale valore, dall'altro, hanno precluso agli stessi di disfarsene in tempo utile, prima che il valore delle azioni crollasse.

Gli azionisti coinvolti che volessero costituirsi parte civile al processo, possono contattare, entro e non oltre il 1 dicembre 2016, la sede di Federconsumatori più vicina. L'elenco delle sedi è disponibile sul sito web dell'associazione di tutela dei consumatori all'indirizzo www.federconsumatori.it/sedi/.

Dopo aver preso appuntamento con la sede territoriale più vicina gli interessati dovranno venire muniti della seguente documentazione (in fotocopia):

- ordine di acquisto delle azioni MPS, e/o ordine di vendita;

- estratti conto completi del dossier/conto titoli, con riferimento alle azioni MPS (in caso di difficoltà nel reperimento di tali estratti conto, per il momento saranno sufficienti anche solo gli ordini di acquisto e/o di vendita).

La Federconsumatori, che pure si costituirà parte civile nel processo, farà tutto il possibile per assistere gli azionisti coinvolti da questa ennesima, gravissima, vicenda di risparmio tradito e condotte poco trasparenti da parte della banca e per far ottenere loro quanto perso a causa delle pratiche scorrette e delle dissimulazioni messe in atto dai vertici dell'istituto.

Nessun commento:

Posta un commento