L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 4 gennaio 2017

Basilea III ci fanno ridere i loro slittamenti, a chiacchiere la separazione tra banche commerciali e quelle d'investimento

03/01/2017 13:04

***Banche: Basilea III, comitato rinvia finalizzazione 'a futuro prossimo'

Draghi: manteniamo impegno per raggiungere questo obiettivo (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Basilea, 03 gen - Il completamento di Basilea III e' stato rinviato 'a un futuro prossimo'. Lo ha comunicato Ghos, il gruppo dei governatori e dei capi della vigilanza, organo direttivo del Comitato di Basilea, che in una nota ha affermato 'di accogliere con favore il progresso segnato dal completamento delle riforme normative del dopo-crisi. Tuttavia e' necessario piu' tempo per finalizzare alcuni lavori, come la calibrazione finale del quadro normativo, prima che Ghos possa esaminare il pacchetto di proposte'. Quindi, 'un incontro del Ghos, inizialmente previsto per inizio gennaio, e' stato rinviato.
Si prevede che il Comitato terminera' questo lavoro in un futuro prossimo'. Nessuna indicazione, comunque, sulla data in cui si terra' l'incontro. Mario Draghi, presidente del Ghos e della Bce, ha affermato: 'Il completamento di Basilea III e' un passo importante per ripristinare la fiducia negli indicatori di capitale e manteniamo l'impegno per raggiungere questo obiettivo. Il Comitato continuera' a lavorare per finalizzare le riforme che puntano a correggere le imperfezioni messe in luce dalla crisi finanziaria al fine di rendere le banche piu' sicure e resilienti'. Il principale tema di disaccordo nei negoziati sul completamento di Basilea III coinvolge il calcolo da parte delle banche sulla rischiosita' degli asset e quindi l'ammontare di capitale di cui devono poter disporre. Molte banche europee utilizzano 'modelli interni', che secondo le autorita' americane hanno permesso alle banche europee di sottostimare i requisiti di capitale necessari.
red-pal- (RADIOCOR) 03-01-17 13:04:42 (0209) 3 NNNN 

Nessun commento:

Posta un commento