L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 23 marzo 2017

Immigrazione di Rimpiazzo - ancora non è reato chiedere regole per i flussi migratori

Scintille tra Renato Zero e Matteo Salvini

Renato Zero afferma di cantare "contro i muri di Trump e Salvini". La risposta del leader del Carroccio: "Voglio regole per i flussi"

Luca Romano - Mer, 22/03/2017 - 12:45

Renato Zero torna con spettacolo Zerovskij… solo per amore. Uno show per il suo prossimo tour in giro per l'Italia.


In un'intervista a Repubblica, Zero ha parlato della sua nuova avventura: "È uno spettacolo che raccoglie la magia di una stazione ferroviaria da cui partiranno e arriveranno eventi e stati d’animo e che alterna momenti diversi, in cui si parlerà anche di eutanasia e di movimenti migratori, contro i Salvini e i Trump che vogliono l’isolamento”. Parole quelle del cantante che non sono passate inosservate e così Matteo Salvini ha risposto per le rime durante un intervento a Radio Padania: "Renato Zero ha detto che farà tour con canzoni contro gente come 'Salvini e Trump che vogliono i muri', vuole l'amore, ma anch'io sono per l'amore". "Io voglio le regole per i flussi migratori umani - sottolinea Salvini - . Io di flussi migratori conosco solo quelli degli uccelli". Intanto Salvini ha annunciato che sabato prossimo sarà a Lampedusa: "È il simbolo del fallimento e dell'ipocrisia di questa Europa, con 10mila morti affogati e 500 mila sbarchi negli ultimi tre anni". Infine aggiunge: "Il 25 non sarò a Roma alla sfilata dei burattini, con Merkel, Renzi e gli altri fenomeni del Circo Europa" per le cerimonie per i 60anni dai trattati Ue. "Darò voce agli italiani che hanno poco da festeggiare, che chiedono rispetto delle regole".

Nessun commento:

Posta un commento