L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 15 marzo 2017

Marine le Pen è una dei rappresentanti del Movimento degli Stati Identitari e vincerà le elezioni il 7 maggio 2017



Francia, Le Pen vuole smantellare l’UE con l’aiuto di Orban e Kaczynski
© AP Photo/ Claude Paris

15:23 13.03.2017

La candidata alle Presidenziali francesi del Fronte Nazionale Marine Le Pen ha dichiarato che se vincerà le elezioni chiederà la collaborazione del premier ungherese Viktor Orban e del politico conservatore polacco Jaroslaw Kaczynski per lo smantellamento dell'Unione Europea. Lo riferisce il quotidiano polacco Rzeczpospolita.

"Credo che potremmo collaborare su molti punti. Se sarò il prossimo presidente, avvierò un dibattito sul fatto che non possiamo accettare l'attuale condotta dell'Unione Europea. Lo stesso farò con Kaczynski. Naturalmente, non saremo d'accordo su tutto. Ma ogni paese è libero e sovrano di proteggere i propri interessi", ha detto la Le Pen.

La Le Pen vede almeno due punti sui quali Francia e Polonia possono raggiungere un accordo: la posizione di Bruxelles sulla crisi costituzionale in Polonia e la questione dei rifugiati.

Nessun commento:

Posta un commento