Il PROTEZIONISMO diventa il soggetto spinto dalla DEFLAZIONE ordo-liberista

Il PROTEZIONISMO diventa il soggetto spinto dalla DEFLAZIONE ordo-liberista
La ragione di ciò sta nel fatto che la cuspide del potere di queste due nazioni (Francia e Germania) comprende benissimo che la crisi strutturale di quei capitalismi perdura, si accresce, e non è domata dalla retorica europeista. La deflazione ordo-liberista erode i margini, fa scendere i tassi di profitto, rende più difficile la circolazione del capitale fisso e la finanza può far crescere qualche rendita, ma non crea lavoro, né prospettive per il giovane proletariato franco-tedesco. La circolazione del capitale si blocca e allora si ricorre al naturale e normale espediente che è il protezionismo. Ma questo scardina le basi stesse della struttura tecnocratica europea. Butta nel fango i trattati di Maastricht e di Lisbona, trasforma in canzoni da melodramma le recite neo liberiste. Giulio Sapelli http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2017/8/27/GEO-FINANZA-Dalla-Cina-alle-cicale-la-Germania-prepara-il-terremoto-dell-Ue/779737/

L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 19 dicembre 2018

che strana giustizia c'è in Italia. C'è l'industrialotto che sa fare soldi solo succhiandoli dal pubblico, lo zombi ex politico rampante che permette l'ennesimo arricchimento del privato amico favorendolo con informazioni certe ed inequivocabili che non compiono reati e il pesce piccolo che è il tecnico dell'operazione che viene messo sotto processo

De Benedetti acquistò azioni Popolari dopo telefonata Renzi/ Verrà processato il broker Gianluca Bolengo

De Benedetti con una telefonata venne informato sul Decreto Banche Popolari dal premier Renzi: archiviati entrambi perche “tutto lecito”, verrà invece processato il broker Gianluca Bolengo

17.12.2018 - Niccolò Magnani

Matteo Renzi a Porta a Porta (LaPresse, 2018)

De Benedetti, Renzi, le Banche Popolari e quella telefonata “sospetta”: il caso che diede forse la “spallata” definitiva all’immagine del Pd a pochi mesi dalle Elezioni del 4 marzo(anche se certamente meno “incidente” rispetto al rapporto tra Maria Elena Boschi e Banca Etruria) vede oggi un nuovo capitolo dopo la richiesta di archiviazione per l’imprenditore ex tessera n.1 del Pd e il non mandato a procedere contro l’ex premier Matteo Renzi. In sostanza il broker di De Benedetti verrà processato per ostacolo alla vigilanza, l’unico “perseguito” per l’investimento dell’Ingegnere sulle Banche Popolari che fece fruttare fino a 600mila euro, il tutto dopo la telefonata registrata (come prevede la legge quando si tratta di investimenti in Borsa, ndr) con l’ex premier Matteo Renzi. Gianluca Bolengo, broker di Intermonte Spa, sarà processato per decisione Consob che per lui ordina l’imputazione coatta, respingendo le richieste della Procura di Roma che invece sollecitava per l’archiviazione dell’indagine, come già avvenuto con Renzi e De Benedetti. Lo riporta oggi il Corriere della Sera, riaprendo in parte il “caso Popolari” che quasi un anno fa mise in difficoltà il Pd con le intercettazioni finite su tutti i quotidiani per settimane.

IL CASO VENNE ARCHIVIATO MA LO SCANDALO RIMASE..

«Compra, compra, Renzi mi ha detto che il decreto passerà»: a parlare è l’Ingegnere Carlo De Benedetti, maxi patron di Repubblica, Olivetti e del Gruppo Espresso: si riferiva al decreto sulle banche Popolari e lo fa con un broker in borsa, per l’appunto Gianluca Bolengo, mettendo la Consob sul chi va là. «Quindi volevo capire una cosa… salgono le Popolari?», chiede De Benedetti, «Sì su questo, se passa un decreto fatto bene, salgono», conferma Bolengo e quindi ancora l’Ingegnere, «Passa, ho parlato con Renzi ieri, passa». Per la Procura però non fu fatto nulla di illecito visto che tanto Renzi quanto De Benedetti non misero nella telefonata alcun riferimento e dettaglio contenuto nel Decreto: De Benedetti dichiarò ai pm di non aver appreso nessuna informazione “price sensitive”, ma «soltanto genericamente di un intervento sulle Popolari in un tempo indeterminato, per volontà del governo». Renzi in una lunga difesa emersa anche durante una puntata di Porta a Porta spiegò «Tutto quello che ho fatto sulle popolari è pubblico e nelle mani della procura della Repubblica di Roma dove sono stato sentito da testimone. Quello che abbiamo fatto è perfettamente lecito. Perfino su Repubblica il giorno prima si parlava di quel provvedimento». Ricordiamo che la telefonata avvenne il 16 gennaio 2015 ma emerse solo nel gennaio di 3 anni dopo, a soli 3 mesi dalle Elezioni provocando un nuovo “scandalo” mediatico tra Pd e Banche seppur non vi sia stato nulla di illecito. Oggi il giudice Gaspare Sturzo – riporta il CorSera – spiega che Bolengo avrebbe dovuto informare la Consob riguardo a tale passaggio di notizie: per questo motivo il broker verrà processato per ostacolo alla vigilanza.

Nessun commento:

Posta un commento