Il PROTEZIONISMO diventa il soggetto spinto dalla DEFLAZIONE ordo-liberista

Il PROTEZIONISMO diventa il soggetto spinto dalla DEFLAZIONE ordo-liberista
La ragione di ciò sta nel fatto che la cuspide del potere di queste due nazioni (Francia e Germania) comprende benissimo che la crisi strutturale di quei capitalismi perdura, si accresce, e non è domata dalla retorica europeista. La deflazione ordo-liberista erode i margini, fa scendere i tassi di profitto, rende più difficile la circolazione del capitale fisso e la finanza può far crescere qualche rendita, ma non crea lavoro, né prospettive per il giovane proletariato franco-tedesco. La circolazione del capitale si blocca e allora si ricorre al naturale e normale espediente che è il protezionismo. Ma questo scardina le basi stesse della struttura tecnocratica europea. Butta nel fango i trattati di Maastricht e di Lisbona, trasforma in canzoni da melodramma le recite neo liberiste. Giulio Sapelli http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2017/8/27/GEO-FINANZA-Dalla-Cina-alle-cicale-la-Germania-prepara-il-terremoto-dell-Ue/779737/

L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 4 dicembre 2018

Gli aumenti dei tassi d'interessi della Fed farà scoppiare le bolle nate sul denaro regalato a piene mani, soldi usati malamente investiti nella finanza e non nelle aziende

PUNTI DI VISTA

La BCE è in modalità panico mentre l'economia è in stallo

FRANCESCO SIMONCELLI, 
PUBBLICATO: 4 dicembre 2018
PER INFO VISITA IL SITO: FRANCESCOSIMONCELLI.COM


Ci sarà una crisi finanziaria nel 2019? Scopri di più leggendo la nostra guida senza spese. Clicca qui

Ora che i tassi in aumento stanno iniziando a far salire i costi dei prestiti in tutto l'ambiente economico, tutte quelle realtà che hanno giovato dalla ZIRP sono in difficoltà. Un'area in particolare è quella del settore automobilistico, la quale ha visto un eccesso di domanda stimolata dai finanziamenti a basso costo alimentati dalla politica monetaria allentata della banca centrale. Non è un caso quindi che il settore automobilistico statunitense abbia fatto registrare una delle prestazioni peggiori negli ultimi anni. Ma non è solo, poiché adesso si è accodato anche quello europeo. Sebbene la burocrazia c'abbia messo lo zampino nella discesa, il driver principale è il mercato statunitense che sta tirando i remi in barca insieme a quello cinese. Se, ad esempio, la Fiat è riuscita a reinventarsi è stato in gran parte dovuto ad un ambiente economico statunitense distorto dai prestiti auto facili. Più volte su questo spazio è stato sottolineato come tale bolla sia il prossimo bubbone subprime e adesso che la normalizzazione della FED sta andando avanti, visto che il debito è la causa delle recessioni e non la sua cura quindi aggiungerne altro a quello precedente non ha fatto altro che erodere ulteriormente i fondamentali di mercato, le bolle nate sulla scia della sua politica monetaria allentata inizieranno a scoppiare. Infatti sono quelle attività che sprecano ricchezza reale che finiscono per avere le maggiori difficoltà nel ripagare il loro debito, poiché non hanno mai generato alcuna ricchezza reale e sono state finanziate da coloro che la creano. La fine della manna monetaria vuol dire che non possono più godere dei pasti gratis: trasferimento di ricchezza reale dai creatori di ricchezza reale. E contrariamente a quanto si pensa, una calo della massa monetaria è precisamente ciò che è necessario per mettere in moto un rinnovato accumulo di ricchezza reale e rivitalizzare l'economia. La stampa di denaro infligge solo più danni e quindi non dovrebbe mai essere considerata come un mezzo per aiutare l'economia.

1 commento:

  1. Evviva! Evviva !! Evviva !!! Natale è di nuovo qui.
    È di nuovo quel periodo dell'anno quando ci sono celebrazioni ovunque. È il periodo di Natale e di Capodanno. La signora Linda Moore Loan Firm è di nuovo qui per aiutarti con le tue esigenze finanziarie. affrettati ora e fai domanda per il tuo prestito da sogno dato che abbiamo un promo e una promozione in corso per la fine dell'anno e le celebrazioni natalizie. Hai bisogno di un prestito urgente? Hai bisogno di un prestito per estinguere i tuoi debiti? Avete bisogno di un prestito per espandere la vostra attività o avviare un'attività in proprio, quindi siamo qui per voi con un prestito a basso tasso di interesse del 2% e potete ottenere un prestito di importo compreso tra $ 10.000 e $ 500.000.000,00 e una durata massima del prestito fino a 50 anni. Quindi contattaci ora. Email: lindamooreloans@gmail.com O WhatsApp: +19292227999. puoi inviarci un'email con le tue informazioni oggi e sarai contento di averlo fatto. lindamooreloans@gmail.com O WhatApp: +19292227999 non ti deluderemo mai. Buon Natale e un prospero anno nuovo.

    RispondiElimina