Il PROTEZIONISMO diventa il soggetto spinto dalla DEFLAZIONE ordo-liberista

Il PROTEZIONISMO diventa il soggetto spinto dalla DEFLAZIONE ordo-liberista
La ragione di ciò sta nel fatto che la cuspide del potere di queste due nazioni (Francia e Germania) comprende benissimo che la crisi strutturale di quei capitalismi perdura, si accresce, e non è domata dalla retorica europeista. La deflazione ordo-liberista erode i margini, fa scendere i tassi di profitto, rende più difficile la circolazione del capitale fisso e la finanza può far crescere qualche rendita, ma non crea lavoro, né prospettive per il giovane proletariato franco-tedesco. La circolazione del capitale si blocca e allora si ricorre al naturale e normale espediente che è il protezionismo. Ma questo scardina le basi stesse della struttura tecnocratica europea. Butta nel fango i trattati di Maastricht e di Lisbona, trasforma in canzoni da melodramma le recite neo liberiste. Giulio Sapelli http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2017/8/27/GEO-FINANZA-Dalla-Cina-alle-cicale-la-Germania-prepara-il-terremoto-dell-Ue/779737/

L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 11 dicembre 2018

Salvini uno due e il suo suicidio politico. Gli ebrei nelle terre di Palestina sono un cancro da estirpare

Si erge l’Italia di Sfesso Ebbasta

Maurizio Blondet 11 dicembre 2018 



Non solo vicepremier, non solo ministro dell’Interno; adesso scavalca tutti e fa il Ministro degli Esteri. Insomma fa tutto lui. Ed anche di più.
Naturalmente raccogliendo enormi successi diplomatici.


Bestia nella cristalleria. Non sa che Hezbollah ha pagato un alto prezzo di sangue combattendo contro i terroristi veri,uelli dell’ISIS, armati ed addestrati e protetida Israele e USA. Non sa che sono alleati in Libano con i cristiani maroniti, ed hano difeso con le armi in pugno i cristiani d’Oriente, da tutti noi abbandonati.

Le Hezbollah au secours des Chrétiens d’Orient

Tandis que l’Empire Usraélien et ses alliés d’Occident et du Golfe soutiennent les terroristes de Daech, Al-Nosra et alii en Syrie et en Irak, dont l’idéal de société consiste à égorger et détruire tout ce qui ne se conforme pas à leurs vues barbares, l’Armée Arabe Syrienne et le Hezbollah, assistés de l’Iran et de la Russie, œuvrent pour sauvegarder l’indépendance des Nations, des peuples et des cultures au Moyen-Orient, dont ils constituent la seule garantie, et ils multiplient les succès tant au Liban qu’en Syrie.

Les photographies ci-dessous montrent le profond respect des combattants du Hezbollah (terroristes selon l’Occident) pour la religion chrétienne et ses icônes, dévastés par l’idéologie wahhabite (alliée précieuse de l’Amérique et de l’Europe).

Un combattente Hezbollah con un’immagine della Theotokos, salvata.



Ignorando che come gli israeliani lo abbiamo insultato sui giornali, dicendo che dovevano dichiararlo “persona non grata” perché neofascista, “populista, separatista, nazionalista”. Questo lo dicono “loro”, unico stato razziale, a lui.

La visita di Salvini divide Israele

Il vicepremier incontrerà il premier Netanyahu ma non il presidente Rivlin (per motivi di agenda, spiega il portavoce). Il quotidiano di sinistra Haaretz lo dichiara ‘persona non gradita’

Perché la visita di Matteo Salvini in Israele sta facendo tanto discutere

Il viaggio in Medio Oriente del leader della Lega sta facendo molto scalpore in Israele e voci di protesta si alzano anche dai 5 Stelle, che sulla questione israelo-palestinese hanno posizioni ben diverse da quelle di Salvini

Di Futura D’Aprile 11 Dic. 2018

.
Italy’s Far-right Leader Salvini Visiting Israel to ‘Whitewash’ Record, Critics Say

Some in Italy’s Jewish community say it’s alarming that Netanyahu will ‘provide Matteo Salvini with a pro-Israel license’ ■ Israeli left-wing activists call for a protest to disrupt his visit to Yad Vashem

Nel comizio di sabato, come da media, eghli siè proposto come ministro per l’Europa e premier.
La Lega in piazza, Salvini: datemi mandato per trattare con la Ue
“Parlerò a nome di 60 milioni italiani”

E proclama che farà “un nuovo asse Roma Berlino”. Se fosse cosciente dell’enormità di quel che dice, sarebbe sì fascista. Ma lui non sa. Per sua bocca, semplicemente, parla l’Italia di Sfera Ebbasta arrivata al governo. Quindi il commento giusto è quello di OSHO: “Stavolta al Giappone non gli diciamo un cazzo”.



Come? Fino a ieir era “uscita dall’UE”, e adesso, alleanza con Berlino.

Lascio due commentini a Zibordi: “Alla fine si è capito il famoso “Piano B”… cioè era così: “il Piano A è che chiediamo di fare il 2,4% di deficit pubblico, ma se voi alla UE dite no, ok…ok…facciamo il 2%….”

“C’è caos totale sulla Brexit, Banche europee tutte che crollano in borsa, Francia nel caos che sfonda ora l’austerità, recessione in arrivo.. Gente con un MINIMO di competenza a Roma AVREBBERO DETTATO LORO LE CONDIZIONI ALLA UE (infischiandosene della spread che è un bluff)”.

Qualcuno è in grado di fermarlo, Sfesso Ebbasta? Sedarlo?

Nessun commento:

Posta un commento