L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 7 febbraio 2019

Venezuela - Ormai i leader si fanno in provetta. Macron docet

Juan Guaidó fino a poco tempo fa un assoluto sconosciuto per il popolo venezuelano. Ma non per la CIA


Guaidó è il prodotto di oltre un decennio di preparazione assidua da parte delle fabbriche di cambio di regime del governo di élite degli Stati Uniti.

Juan Guaidó è stato fino a pochi giorni fa un assoluto sconosciuto al popolo venezuelano e al resto del mondo.

Ma non per la CIA.

Guaidó è il prodotto di oltre un decennio di preparazione assidua da parte delle fabbriche di cambio di regime del governo di élite degli Stati Uniti. Insieme a un gruppo di attivisti studenteschi di destra, Guaidó è stato coltivato per minare il governo socialista orientato al socialismo, destabilizzare il paese e un giorno prendere il potere. Fu selezionato a mano e preparato da un'accademia di formazione per il cambio di regime finanziata dagli Stati Uniti per rovesciare il governo venezuelano e ripristinare l'ordine neoliberale. Il 5 ottobre 2005, con la popolarità di Chávez al suo apice e il suo programma di pianificazione dei programmi socialisti, cinque "leader studenteschi" venezuelani arrivarono a Belgrado, in Serbia, per iniziare l'addestramento per un'insurrezione. Uno di questi era Guaidó.

Gli studenti erano arrivati ??dal Venezuela per gentile concessione del Centro per le azioni e strategie nonviolente applicate, o CANVAS. Questo gruppo è in gran parte finanziato attraverso il National Endowment for Democracy, una creazione della CIA che funge da braccio principale del governo degli Stati Uniti per promuovere il cambio di regime.

Nel 2007, Guaidó si è laureato presso l'Università cattolica Andrés Bello di Caracas. Si trasferì a Washington DC per iscriversi al Governance and Political Management Program alla George Washington University, sotto la guida dell'economista venezuelano Luis Enrique Berrizbeitia, uno dei principali economisti neoliberali dell'America Latina. Berrizbeitia è un ex direttore esecutivo del Fondo Monetario Internazionale (FMI) e ha trascorso oltre un decennio lavorando nel settore energetico venezuelano sotto il vecchio regime oligarchico espulso da Chavez.

Qualche mese fa, il governo di Trump ha deciso che sarebbe stato il nuovo "leader" del Venezuela, ha detto al burattino, è salito su un palco e si è proclamato Presidente.

Se qualcuno legge questa analisi e milita in una delle parti del "regime change" e ha accesso ai loro leader o vice-capi (so che ce ne sono) faccia leggere loro il presente articolo, che spiega nel dettaglio chi è questo signore.
Garzón incluso.

È importante ed è urgente.
Almeno loro non possono dire che non lo sapevano e non erano stati avvertiti.

Grazie, e condividete con la massima diffusione.

È MOLTO IMPORTANTE

Notizia del: 06/02/2019

Nessun commento:

Posta un commento