L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 19 aprile 2019

La Sharia entra come nel burro in Svezia

MONA WALTER: L’ISLAM CONQUISTERÀ LA SVEZIA IN 50 ANNI 

di MELISSA ROTHSCHILD 

Mona Walter (foto) è una donna somala che è venuta in Svezia negli anni ’90. In Somalia non è mai stata religiosa, ma in Svezia è stata più o meno costretta ad andare in moschea e ad indossare un hijab. Dopo un paio d’anni, si ribellò, abbandonò l’Islam e divenne atea. Alla ne ha iniziato a credere in Gesù e si è convertita al cristianesimo. “Per molti anni ho cercato di far capire agli svedesi qual è l’obiettivo musulmano: impadronirsi del loro paese. La prima cosa che faranno è chiedere ai tribunali l’applicazione della Sharia, proprio come nel Regno Unito”, ha detto Mona. Ma i media mainstream non vogliono ascoltarla. La deniscono polemica e la maggior parte degli svedesi riuta il suo messaggio, che, secondo il blog Ingrid e Maria, li spaventa troppo. Di seguito, alcune delle sue esortazioni in pubblico: “Gli svedesi sono così convinti che le leggi svedesi saranno sempre applicabili nel loro paese. Ma chiedete a qualsiasi inglese se...

Nessun commento:

Posta un commento