L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 4 aprile 2019

Roma - Torre Maura - Le immagini nei Tg sono chiare ed univoche

Raggi: intervenuta per salvare vita bimbi Rom e tutelare cittadini onesti

di Redazione - 03 Aprile 2019 - 11:16


Roma – “Sono intervenuta questa notte per evitare che la situazione degenerasse. C’era un clima molto pesante, un clima di odio, e la Procura ha aperto un fascicolo proprio per odio razziale. C’e’ un clima molto pesante nel quartiere di Torre Maura anche perche’ e’ stato gravato per molti anni da problematiche e pressioni sociali”. Lo ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, in merito ai fatti di ieri a Torre Maura, a margine di un evento in Campidoglio.

“Sono intervenuta per tutelare i tanti cittadini onesti di quel quartiere e i 33 bambini rom che rischiavano la vita e l’incolumita’ personale- ha sottolineato Raggi- Li stiamo ricollocando in altri centri di tutto il territorio cittadino, perche’ il dovere dell’amministrazione e’ quello di tutelare la vita e l’incolumita’ delle persone”.

TORRE MAURA, RAGGI: NON CEDEREMO A ODIO RAZZIALE DI CASAPOUND E FN

“Non possiamo cedere all’odio razziale, non possiamo cedere contro chi continua a fomentare questo clima e continua a parlare alla pancia delle persone, e mi riferisco prevalentemente a Casapound e Forza Nuova”. Lo ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, in merito ai fatti di ieri a Torre Maura, a margine di un evento in Campidoglio.

Nessun commento:

Posta un commento