L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 16 maggio 2019

Il mondo parla sempre di più cinese

16 maggio, 2019 @ 4:46
5 delle 10 società quotate più grandi al mondo ora sono cinesi

StaffLa redazione di Forbes.

(Shutterstock.com)

By Andrea Murphy, Jonathan Ponciano, Sarah Hansen and Halah Touryalai.

È stato un anno turbolento sui mercati globali: le azioni hanno sperimentato un aumento della volatilità, le tensioni commerciali tra gli Stati Uniti e la Cina si sono surriscaldate e molte aziende hanno ottenuto un nuovo impulso dalla nuova legislazione americana sulle imposte societarie. La 17° classifica annuale di Forbes delle più grandi aziende quotate del mondo è un riflesso dello stato dell’economia globale di oggi: chi è in cima, chi sta crescendo e chi ha visto giorni migliori.

La Industrial and Commercial Bank of China è ancora al primo posto per il settimo anno consecutivo. Questo colosso finanziario di proprietà dello Stato cinese sovrintende più di $ 4.000 miliardi di asset e impiega quasi mezzo milione di persone. Anche il settore finanziario ha avuto un anno positivo: il resto delle “Big Four” bancarie sono nella top ten e JPMorgan Chase è salita al secondo posto grazie all’aumento dei profitti derivanti in parte a importanti tagli fiscali.

Dei 61 paesi rappresentati nella lista, gli Stati Uniti ospitano il maggior numero di aziende: 575. La Cina e Hong Kong seguono con 309, poi il Giapponecon 223. L’analisi appare molto diversa rispetto a quando Forbes ha pubblicato per la prima volta la Global 2000 nel 2003. In quell’anno, gli Stati Uniti avevano contribuito con 776 aziende mentre la Cina e Hong Kong ne avevano appena 43.

La lista del 2019 ha visto alcuni cambiamenti degni di nota: AT&T ha pagato $ 85 miliardi per Time Warner nel giugno 2018 e CVS Health ha acquisito il colosso assicurativo Aetna per $ 70 miliardi pochi mesi dopo, tra gli altri. Lyft è stata aggiunta alla lista anche dopo aver messo a segno una delle principali Ipo dell’anno.
Ecco la top ten delle società quotate più grandi al mondo secondo la Forbes Global 2000

1. ICBC
Cina
Ricavi: $175,9 miliardi
Capitalizzazione: $305,1 milardi

2. JPMorgan Chase
Usa
Ricavi: $132,9 miliardi
Capitalizzazione: $368,5 miliardi

3. China Construction Bank
Cina
Ricavi: $150,3 miliardi
Capitalizzazione: $225 miliardi

4. Agricultural Bank of China
Cina
Ricavi: $137,5 miliardi
Capitalizzazione: $197 miliardi

5. Bank of America
Usa
Ricavi: $111.9 miilardi
Capitalizzazione: $287,3 miliardi

6. Apple
Usa
Ricavi: $261,7 miliardi
Capitalizzazione: $961,3 miliardi

7. Ping An Insurance Group
Cina
Ricavi: $151,8 miliardi
Capitalizzazione: $220,2 miliardi

8. Bank of China
Cina
Ricavi: 126,7 miliardi
Capitalizzazione: $143 miliardi

9. Royal Dutch Shell
Olanda
Ricavi: $382,6 miliardi
Capitalizzazione: $264,9 miliardi

10. Wells Fargo
Usa
Ricavi: $101,5 miliardi
Capitalizzazione: $214,7 miliardi

Nessun commento:

Posta un commento