L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 12 agosto 2019

E' guerra vera è guerra totale, niente illusioni - e sono sempre loro gli Stati Uniti che fomentano, costruiscono le crisi in tutti i paesi che non si inchinano al loro volere imperiale

Global Times - Diplomazia criminale degli USA a Hong Kong



Global Times

I netizen di Hong Kong hanno recentemente mostrato una foto di un incontro diplomatico degli Stati Uniti con diverse figure dell'opposizione radicale tra cui Joshua Wong durante un periodo delicato. I media di Hong Kong hanno inoltre riferito che il diplomatico, Julie Eadeh, capo dell'unità politica del consolato generale degli Stati Uniti a Hong Kong, era stata coinvolta in "rivoluzioni colorate” in altri paesi. L'articolo dice che anche suo marito è un diplomatico statunitense. Citava una pubblicazione della chiesa degli Stati Uniti e menzionava gli altri suoi familiari.

L'amministrazione noradmericana ha svolto un ruolo vergognoso nelle rivolte di Hong Kong. Washington sostiene pubblicamente le proteste e non condanna mai la violenza che colpisce la polizia. Il consolato generale degli Stati Uniti a Hong Kong sta intensificando le sue interferenze dirette nella situazione di Hong Kong. L'amministrazione statunitense sta istigando tumulti a Hong Kong nel modo in cui ha provocato "rivoluzioni colorate” in altri luoghi del mondo.

Tuttavia, il Dipartimento di Stato degli USA ha accusato l’articolo dei media di Hong Kong di "aver fatto trapelare informazioni private di un diplomatico statunitense” e ha definito la Cina "un regime criminale". Ancora una volta, Washington vuole chiamare il bianco, nero, e distorcere la verità.

L'idea principale dell'articolo dei media di Hong Kong era di denunciare l'interferenza del diplomatico nordamericano negli affari di Hong Kong e il suo coinvolgimento nella trama di azioni sovversive in Medio Oriente. L’articolo non ha alcuna intenzione di minacciare Eadeh o la sua famiglia. Ciò è completamente diverso dagli atti dell'opposizione estrema di Hong Kong: “vuole il sangue“ della polizia di Hong Kong e delle loro famiglie, intimidirli e perseguitarli.

I media di Hong Kong hanno il diritto di riferire sui diplomatici statunitensi che partecipano attivamente e interferiscono nella situazione di Hong Kong e aiutare le persone a capire la situazione.

Questo è il lavoro dei media e non ha nulla a che fare con il governo. Il Dipartimento di Stato nordamericano calunnia il governo cinese e discrimina i diritti dei media di Hong Kong, agendo come un irragionevole criminale politico.

Gli Stati Uniti hanno legami diplomatici con la Cina e quindi hanno un consolato generale a Hong Kong. Il consolato generale interferisce negli affari di Hong Kong, il che viola gravemente le disposizioni di legge internazionali sul ruolo delle missioni diplomatiche. Il Dipartimento di Stato statunitense ha dichiarato: "Questo è ciò che i diplomatici nordamericani fanno ogni giorno in tutto il mondo". In effetti, molti paesi sono disturbati dalla diplomazia degli Stati Uniti. Non importa quanto siano potenti gli Stati Uniti, non si può giustificare l’istigare e l’interferire negli affari di altri paesi.

La situazione di Hong Kong mostra che l'opposizione estremista e i gruppi violenti stanno distruggendo lo Stato di diritto e intimidendo i cittadini. Stanno diventando i manifestanti criminali che hanno un impatto sull'ordine di Hong Kong. Alcuni li paragonano anche a una "super gang”, mentre altri li definiscono “gang democratica" perché fanno le cose in nome della democrazia ma agiscono contro la democrazia. Gli Stati Uniti sono il loro capofamiglia. Insieme hanno formato un "delinquente politico" che rovina la situazione di Hong Kong.

Ma dimenticano che il tumulto è contro gli interessi fondamentali del pubblico. Hong Kong è in un punto critico e le persone desiderano disperatamente pace e stabilità. Alcuni rivoltosi non possono rapire i giovani di Hong Kong a lungo termine.

La "capofila" degli Stati Uniti gioca brutti scherzi, ma non ha i diritti di governo di Hong Kong. Mentre i gruppi patriottici di Hong Kong si distinguono coraggiosamente con il sostegno del governo centrale, la cospirazione sarà spezzata, i tumulti saranno interrotti e i rivoltosi puniti dalla legge.

(Traduzione de l’AntiDiplomatico)
Notizia del: 10/08/2019

Nessun commento:

Posta un commento