L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 26 febbraio 2020

E' guerra vera è guerra totale, niente illusioni - Sempre più contorto e autolesionistica la guerra a Huawei mentre Google chiede di ri-collaborare con l'azienda cinese

Gli Stati Uniti vorrebbero impedire anche alle aziende asiatiche di vendere componenti a Huawei 

Sergio Donato - 26/02/2020 12:06


L’amministrazione Trump starebbe pensando a una licenza per le aziende asiatiche che usano apparecchiature americane per produrre componenti destinati a Huawei. Una specie di estensione del ban sul suolo cinese.

Gli Stati Uniti avrebbero intenzione di estendere una sorta di “ban indiretto” nei confronti di Huawei sullo stesso suolo cinese. Secondo Reuters, il governo americano starebbe facendo pressioni su aziende come TSMC (Taiwan Semiconductor Manufacturing Company) affinché smettano di vendere componenti a Huawei.

In pratica, attraverso una licenza, gli Stati Uniti vorrebbero limitare le aziende asiatiche che utilizzano apparecchiature americane per lo sviluppo di componenti e che poi vengono acquistate da Huawei per la produzione di chip.

Si tratterebbe di un’intenzione, più che una decisione prossima al verificarsi, e della quale il presidente americano Trump non sarebbe ancora stato informato. E che dovrebbe modificare la Foreign Direct Product Rule, che sottopone alcuni prodotti fabbricati all'estero basati su tecnologia o software statunitensi alle normative statunitensi.

La taiwanese TSMC usa apparecchiature americane per i pezzi destinati a Huawei

Se l’intenzione si trasformasse in un atto reale dell’amministrazione Trump, sarebbe un modo per fiaccare la produttività di Huawei sul suo stesso territorio. Una specie di estensione del ban sul suolo cinese che userebbe i fornitori, anche esterni alla Cina, per colpire con forza Huawei.

Parlando di TSMC, colosso taiwanese, bisogna infatti tenere presente che Huawei è il suo più grande cliente dopo Apple e che Huawei da sola rappresenta per TSMC circa il 10% del proprio fatturato.

Per produrre le componenti da vendere a Huawei, TSMC utilizza infatti apparecchiature statunitensi provenienti da aziende quali le californiane Applied Materials, KLA e Lam Research. Usare la presenza di queste apparecchiature americane come cavallo di troia per portare il ban direttamente in Asia, e in una forma diversa, potrebbe essere il colpo di grazia per Huawei.

C’è comunque da considerare che la difficoltà di realizzazione della proposta americana è stabilita anche dal danno diretto che questa apporterebbe ad aziende come TSMC, e indirettamente alle aziende americane che le forniscono le apparecchiature. Se TSMC riducesse il fatturato con grossi clienti quali Huawei, la ricaduta sulle americane Applied Materials, KLA e Lam Research potrebbe non essere così indolore.

Nessun commento:

Posta un commento