L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 28 febbraio 2020

I mass media e i social inseriscono la polmonite virale all'interno della Strategia del Caos e della Paura

DAL CORONAVIRUS ALLA EGREGORA

Maurizio Blondet 24 Febbraio 2020 


Cosa sta succedendo realmente in Italia? Siamo di fronte ad una vera emergenza sanitaria, o ci stanno prendendo ancora una volta per il didietro?Siamo veramente ad un passo dalla fine della civiltà umana, o il virus dagli occhietti a mandorla rientra nella classica manovra di controllo economico e sociale?Una cosa è certa: sono bastati pochi casi qua e là per innescare, come un effetto domino, la paura più recondita dell’essere umano.Per essere onesti, il “qua e là” non è proprio corretto, visto che stranamente ne sono state interessate le due locomotive economiche del Paese: la Lombardia con 47 casi e il Veneto con 12.L’analisi della distribuzione dei focolai indica che le comunità cinesi si sono stanziate solo al Nord.Ma se sono i cinesi (e le persone andate in viaggio in Asia) a portare il virus, è molto strano che non ci siano casi a Roma o in altre grandi città ben compartecipate da lavoratori cinesi e/o viaggiatori…La gente è letteralmente terrorizzata dagli avvoltoi che lavorano nei media maistream, squallidi esseri abituati a sguazzare nella melma emotiva ogni giorno. Ma altri problemi si affiacciano all’orizzonte per l’uomo moderno: i social e gli smartphone.Basta infatti accedere a Facebook o avere un semplice account Whatsapp per essere letteralmente infettati da messaggi terroristici della peggiore specie.Quello che sta girando sotto forma di byte è sicuramente molto più pericoloso del virus stesso!A buttare benzina sul fuoco e alimentare la paura ci hanno pensato le amministrazioni comunali e regionali facendo chiudere attività commerciali, negozi e addirittura scuole.

PENSIERI ED EGREGORA

Quando molti pensieri si focalizzano in una unica direzione, e quando questi pensieri sono associati e potenziati da forti emozioni, come per esempio la paura, si viene a generare una “forma-pensiero” che va sotto il nome di “Egregora” o “Eggregora”.
L’Egregora è assai ben conosciuta sia dalla massoneria che da tutte le religioni e i movimenti spiritualisti del globo. E’ una specie di “creatura immateriale” che può crescere se viene alimentata costantemente dall’attività psichica. Il nutrimento d’eccellenza che il Sistema ha scelto è ovviamente la paura!Pensieri ed Egregora sono creatori a loro volta…Quale mondo si potrà mai creare se vengono nutriti costantemente?La paura è una emozione funzionale importantissima e vitale, ma quando viene usata fuori dal suo contesto naturale e fisiologico, induce una cascata di problemi tra cui l’immunodepressione che rende l’uomo più fragile e cagionevole di salute.Miliardi di persone fragili o facilmente predisposte alle patologie sono grasso che cola per chi vuole ridurre la popolazione globale, guadagnando montagne di soldi dalla riduzione stessa…

INCIDENZA E MORTALITA’ DEL CORONAVIRUS

Cerchiamo di capire cosa sta realmente succedendo a livello globale.

Secondo i dati del Worldmeter sul Coronavirus, costantemente aggiornati, ci sarebbero in totale:

– 78.880 contagiati

– 2.466 morti.

Se su 79.000 persone infette 2.400 sono morte, stiamo parlando di un virus la cui mortalità è pari al 3% circa. Ricordo che la Sars viaggiava attorno al 9%!

Mortalità del coronavirus: 3%

Come mai viene decretato per sei mesi in Italia lo stato di “Emergenza sanitaria”, vengono isolati ospedali e intere città, chiuse scuole, per una banale influenza? Come mai non è stato fatto per la sars, l’aviaria, la mucca pazza? Ovviamente ci devono essere altre spiegazioni…Forse ci stanno abituando allo Stato di polizia testando fino a che punto rinunciamo alle nostre libertà?
Sembreranno queste delle eresie per chi si informa solo tramite la televisione.Forse a chi sta arraffando nei supermercati scatolette di tonno pinna gialla e fagioli borlotti; a chi sta riempiendo il carrello di acqua in bottiglia e confezioni di pile tripla A per la nuova torcia acquistata su Amazon assieme all’immancabile best seller: “Come sopravvivere ad un conflitto nucleare”, sfugge un piccolo particolare. Nessuno ha detto loro che ogni anno muoiono in Italia per influenza stagionale moltissime persone. Ma tutti quanti stanno attendendo con trepidazione il vaccino!Secondo il dottor Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università di Milano, “in Italia i virus influenzali causano direttamente all’incirca 300-400 morti ogni anno, con circa 200 morti per polmonite virale primaria. A seconda delle stime dei diversi studi, vanno aggiunti tra le 4.000 e le 10.000 morti ‘indiretti’, dovute a complicanze polmonari o cardiovascolari, legate all’influenza”.

OGNI ANNO IN ITALIA MUOIONO 10.000 PERSONE PER COMPLICANZE DA VIRUS INFLUENZALE

Se teniamo conto che ogni anno muoiono 10.000 persone anche per infezioni prese in ospedale, il quadro assume una connotazione paradossale.Quindi in Italia ogni anno più di 20.000 persone se ne vanno al creatore per un virus stagionale o per una infezione ospedaliera e per UN morto in Veneto siamo quasi alla Legge Marziale?Qualcosa sfugge alla logica, anche perché il morto in questione, come la maggioranza delle persone interessate da infezioni simili, non era proprio un giovanotto: aveva 78 anni e non godeva proprio di perfetta salute.Infatti l’altro tassello che manca a quelli che girano disperati per i centri commerciali alla ricerca dell’ultima bottiglia di Amuchina, è che nessuno muore per un virus, ma sempre per l’aggravamento di patologie pregresse.Una persona in perfetta salute può morire per un virus? Assolutamente si, se il patogeno è appiccicato al paraurti del camion che la investe!

LA PAURA ALIMENTA LA PAURA

Per essere mantenuti in uno stato di terrore e ipnosi oltre alla televisione ci hanno messo a disposizione Whatsapp, una app sicuramente utile, il cui rovescio della medaglia però è inquietante…I messaggi sulla diffusione del coronavirus che viralmente girano in tutti i cellulari sono molto pericolosi, sicuramente più del virus stesso (se mai esistesse), sia per la pervasività che per la carica e forza creatrice del nostro pensiero, che se come detto diventa collettivo (eggregora), rafforza e amplifica ulteriormente la paura.

La Paura alimenta la Paura

Per accendere la televisione, normalmente, bisogna trovarsi a casa; mentre Facebook e WhatApp sono sempre con noi, perennemente con noi. Il cellulare ce lo portiamo sia in cesso che a letto, e a breve non potremo separarlo dal corpo perché lo avremo impiantato come protesi potenziatrice.Quindi i dispositivi digitali sono onnipervasivi…

FISIOLOGIA DELLA PAURA

Vediamo ora cosa accade all’organismo quando si è in preda della paura.Quando respiriamo e mangiamo paura da mattina a sera, il Sistema Nervoso Simpatico istantaneamente e istintivamente produce una cascata ormonale, liberando catecolamine come «noradrenalina» e «adrenalina» e ormoni come «estrogeno», «testosterone» e «cortisolo».L’organismo reagisce con l’aumento del tono muscolare per l’azione (attacco o fuga) e con l’aumento della frequenza cardiaca (per far scorrere più velocemente il sangue) e del ritmo respiratorio per aumentare l’apporto di ossigeno.Il fegato genera lo zucchero (leggasi diabete) partendo dal glicogeno, il tutto per avere energia per l’attacco o la fuga. Aumenta perfino il fattore di coagulazione del sangue per minimizzare eventuali perdite da ferite, e i vasi si restringono nell’apparato gastro-intestinale (non dobbiamo digerire se stiamo rischiando la vita).Questo sconvolgimento elettro-chimico-fisico è totale e assolutamente funzionale in natura (per gli animali) cioè quando si vive realmente un pericolo. Ma tutto torna alla normalità quando il pericolo è finito.L’uomo rispetto agli animali è dotato della mente: uno straordinario strumento che se viene usato male, lo inguaia.Gli animali per esempio non hanno paura dei virus, perché non sanno cosa siano; i bambini piccoli non hanno paura della morte perché non la conoscono!La mente dell’uomo invece è in grado di generare i problemi semplicemente pensando e vedendo un messaggio al cellulare. Poi la mente continua ad alimentarli rimuginandoli…Oltre a quanto detto, una delle prime cose che il cervello dell’uomo attiva quando c’è paura sono i Tubuli Collettori dei reni! Lo scopo è trattenere il liquido più importante e prioritario per la Vita umana: l’acqua. Quindi ci gonfiamo e potenziamo gli edemi, anche quelli cerebrali.Infine l’ultimo tassello da conoscere è che nel cervello esiste una piccolissima ghiandola detta ipofisi (pituitaria) che svolge un ruolo centrale in tutto questo. La sua parte anteriore si chiama “adenoipofisi”, quella posteriore “neuroipofisi”L’adenoipofisi secerne: FSH e LH (ormoni mestruali), TSH (ormone tiroideo), GH (ormone della crescita), Prolattina, ACTH (cortisolo). Mentre la neuroipofisi secerne solo due ormoni: Ossitocina (l’ormone dell’amore) e ADH (l’ormone della paura).
L’Ossitocina viene prodotta durante l’atto sessuale, durante il parto e l’allattamento, ecc. e viene chiamata l’ormone dell’Amore, perché indica che si sta provando piacere.L’ADH è invece l’ormone della paura, e funge da antidiuretico, cioè fa trattenere liquidi.La cosa interessantissima è che la neuroipofisi può secernere SOLO UNO dei due ormoni contemporaneamente.Il significato di questo è molto profondo: l’uomo può scegliere se vivere nell’Amore e nel piacere (ossitocina), oppure nella paura (ADH). Contemporaneamente, queste due condizioni sono impossibili: da qui possiamo comprendere che il contrario dell’amore è proprio la paura!

PAURA E AMORE SONO IN ANTITESI!

In quale stato d’animo vogliamo vivere? Quale mondo vogliamo lasciare ai nostri figli?La strada imboccata sta alimentando l’egregora, cioè quel mostro che a sua volta fomenterà il terrore per autoalimentarsi, se invece si vuole un mondo migliore allora è arrivato il momento di cambiare!Piuttosto che far girare video e/o messaggi che abbassano il livello e la vibrazione delle coscienze – partecipando de facto al gioco del Sistema – facciamo girare materale utile al risveglio delle coscienze.Messaggi che illustrano per esempio che i microrganismi non sono esseri demoniaci pronti a sterminare il pianeta, ma esseri viventi che popolano la Terra da milioni di anni, ben prima che il bipede chiamato uomo facesse la sua apparizione. Oggi questi vivono all’interno e all’esterno dell’uomo nel cosiddetto Microbiota, e il loro numero è 10 volte superiore a quello di tutte le cellule organiche. Da questo punto di vista la guerra al microbo è follia allo stato puro: combattere i microbi significa uccidere l’uomo stesso. Ecco perché la parola chiave non dovrebbe essere guerra ma simbiosi.Messaggi quindi che spiegano che il microbo non è nulla a confronto del terreno biologico dell’uomo. Se il suo terreno è in salute non c’è trippa per gatti!E se siamo nell’amore e nel piacere, non possiamo avere paura, e se non si ha paura si è fuori dal Sistema: si è Uomini Liberi…

PS: per questa breve analisi non importa sapere se il virus è uscito accidentalmente dal laboratorio cinese di Wuhan per un errore umano, o se è stato ingegnerizzato e messo in circolazione dall’America come atto di guerra economica alla Cina, o se invece si tratta delle prove generali di una futura pandemia, con l’intento di verificare le reazioni delle masse…Cambiano gli scenari (addendi) ma il risultato non cambia: lo scopo è sempre il controllo dell’uomo!Il Sistema si nutre di odio, paura e terrore, per cui se interrompiamo questo circolo vizioso e perverso lo faremo morire d’inedia...

COVID-19 | UN BANALE VELENO ISSATO AI VERTICI DEL PIANETA


Nessun commento:

Posta un commento