L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 6 febbraio 2020

Idlib - Erdogan, caschi bianchi insieme a difesa dei terroristi mercenari tagliagola

Siria, Caschi Bianchi: “Allarme attacco chimico". Fonti: "Turchia attacca base russa". Aggiornamenti in tempo reale. Maratona ASI

Scritto da Marco Paganelli Categoria: Politica Estera
Pubblicato: 04 Febbraio 2020


Siria, Caschi Bianchi: “Allarme attacco chimico”. Erdogan: “Non permetteremo ad Assad di riconquistare Idlib”. Aggiornamenti in tempo reale. Maratona ASI

Ore 18:31 Siria, media: “Attacchi turchi in corso in diverse città”

Attacchi diell’artiglieria turca sono in corso ad Hama, ad Aleppo e ad Idlib, in Siria contro diverse postazioni dell’esercito di Bashar al - Assad. Lo si apprende da fonti locali. “Non permetteremo al governo siriano di avanzare” in quest’ultima città, ha dichiarato oggi il leader di Ankara Tayyp Erdogan.

Ore 16:59 Siria, media: “Attacco turco contro posizioni russe ad Aleppo”

La Turchia ha bombardato in Siria posizioni militari russe nel villaggio di Kashta’ar, nel distretto di Sharan situato nella regione di Afrin, a nord di Aleppo. Lo riporta l’agenzia di stampa siriana North Press Agency.

Ore 16:20 Siria: Turchia attacca base russa

La Turchia avrebbe attaccato la base russa di Tel Rifaat. Le immagini, postate sui social network, mostrano il fumo che si leva dalla struttura militare di Mosca.

Ore 16:17 +++ SIRIA: TURCHIA ATTACCA BASE RUSSA DI TEL RIFAAT” ++++

Ore 16:15 Mosca: “Caschi Bianchi pronti a diffondere informazioni attacco chimico”

Il centro russo per la riconciliazione siriana ha ricevuto, intorno alle 16:00 orario di Mosca da diverse fonti indipendenti, la notizia secondo cui i rappresentanti dei caschi bianchi avrebbero terminato le riprese di un video in Siria, preparato ad hoc, che mostrerebbe il presunto uso di armi chimiche da parte delle forze governative. La scena, girata nell'insediamento di Zerbah nella zona di de-escalation di Idlib , potrebbe essere diffusa sui social network e sui media , nelle prossime ore, attribuendo la responsabilità al leader di Damasco Bashar al – Assad. Lo dichiara in una nota il ministero della Difesa russo.

Nessun commento:

Posta un commento