L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 7 febbraio 2020

Siria - L' hollywoodismo pronto ad entrare in azione

PRONTO IL FILM DEI CASCHI BIANCHI PER ACCUSARE ASSAD DI “GASARE IL SUO POPOLO”

Maurizio Blondet  5 Febbraio 2020  

… DI NUOVO

VIDEO di un finto attacco chimico in Siria già completo, White Helmets ha coprodotto filmati – Mosca
4 febbraio, 2020 15:59 / Aggiornato 16 ore fa

I caschi bianchi hanno girato un nuovo falso video di “attacco chimico di Assad” nell’Idlib siriano, ha detto il MoD russo. Il film, coprodotto dal noto White Helmets, dovrebbe essere rilasciato a breve sui social media.
La produzione del nuovo film si è conclusa martedì nel villaggio di Zerba, situato nella parte controllata dai militanti della provincia siriana di Idlib, ha detto il Centro russo per la riconciliazione siriana, citando diverse fonti indipendenti.

Il video, girato dal noto gruppo White Helmets in collaborazione con terroristi locali, pretende di mostrare le conseguenze di un “attacco chimico” sui civili da parte delle truppe governative siriane.

Il filmato, secondo il MoD, mostra i “soccorritori” che vagano in un folto pennacchio di “gas color senape” e si occupano delle “vittime ” dell’attentato “attacco”.

Secondo l’esercito russo, il video dovrebbe essere rilasciato a breve sui social media per essere raccolto dagli organi di informazione pro militanti nel mondo arabo e in Occidente. Numerosi “attacchi chimici” in Siria sono stati incolpati dal governo del paese dai militanti nel corso della guerra, che infuria nel paese dal 2011.

I presunti “attacchi” di solito si verificano durante i rapidi progressi dell’esercito siriano contro militanti e terroristi antigovernativi. Negli ultimi giorni, l’esercito siriano ha sfondato le difese jihadiste a Idlib e ha rapidamente liberato un territorio che era sotto il controllo dei militanti per anni.

Il gruppo White Helmets, finanziato dal Regno Unito e dagli Stati Uniti, che si pubblicizza come un’organizzazione umanitaria “imparziale” che cerca di salvare i civili della Siria, è stato un tesoro per anni. Un documentario di Netflix al riguardo ha anche vinto il premio Oscar nel 2016. Il gruppo, tuttavia, ha anche operato quasi esclusivamente in parti della Siria detenute da jihadisti, e si ritiene che abbia forti legami con il ramo locale di Al Qaeda. Le forze armate russe avevano precedentemente accusato il gruppo di partecipare a video in scena di presunti attacchi chimici.


Nessun commento:

Posta un commento