L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 21 marzo 2020

Indice

Covid-19: una mappa di letture /una mapa de leituras / press review

18 marzo 2020

In un momento in cui le nostre vite, e anche le nostre capacità di comprensione, sono scosse dalla rapidità con cui gli avvenimenti si rincorrono, offriamo ai nostri lettori una mappa di letture da cui partire, per pensare il nostro immediato passato, il nostro vorace presente, e soprattutto, come sempre proviamo a fare, il futuro a partire dal presente.

In ordine cronologico tra Diritto, Medicina, Economia, (Geo)Politica e Filosofia (della scienza, della storia, della vita e della morte)

«Nulla è sicuro, ma leggi»
«L’importante non è stabilire se uno ha paura o meno, è saper convivere con la propria paura e non farsi condizionare dalla stessa»
18 marzo

* * * *
O país sob a sombra da emergência, de Manuel Carvalho português
Perché proprio qui? di Paolo Barcella
O charme discreto do autoritarismo, de Rui Pena Pires português
Si diventa un po’ fascisti, Luca Sofri/Wittgenstein
La ricercatrice che ha isolato il coronavirus, intervista di Paola Emilia Cicerone a Maria Capobianchi 
17 marzo
Chiarimenti, di Giorgio Agamben
Politica e biopolitica, di Giorgio Benigni
A propósito do estado de emergência, de Paulo Rangel português
Come sconfiggere malattie contagiose, di Umberto Eco ed Enrico Schirò
16 marzo
Ainda sobre vírus e marés, de Fábrica Braço de Prata português
Foucault al tempo del COVID-19, di Giuseppe Campesi
Monologue du Virus, di Lundi matin français / español / italiano
“Ogni tanto esco un pochino”, di Maurizio Maggiani 
Habitar la excepción: pensamientos sin cuarentena (I), de Amador Fernández Savater español
Cronache della psicodeflazione, di Franco Berardi Bifo 
La vendetta del Welfare, di Andrea Fumagalli

15 marzo
O Medo, de José Gil português
Discurso à nação, di António Costa português / italiano
Ambiguo è il sacrificio, di Luigino Bruni 

14 marzo
Perché siamo sempre stanchi?, di Slavoj Zizek 
Disciplina, de Daniel de Oliveira português
Utopia e Biopoder, de Henrique Raposo português

13 marzo
Pourquoi nous n’irons pas manifester pendant l’urgence sanitaire, Claq – Comité de Libération et d’Autonomie Queer français 
L’emergenza per decreto, di Luca Casarotti 
A peste (I), de António de Castro Caeiro português

12 marzo
Sentinella, a che punto è la notte?, di Augusto Illuminati
11 marzo

10 marzo
//medium.com/@tomaspueyo/coronavirus-act-today-or-people-will-die-f4d3d9cd99ca" target="_blank" rel="noopener" style="box-sizing: border-box; user-select: auto !important; text-decoration: none; transition: all 0.3s ease-out 0s; color: rgb(0, 0, 0);">Coronavirus: Why You Must Act Now, di Tomas Pueyo 
1-9 marzo
Un-racialising the coronavirus epidemic, Asia Art Activism english
When Xenophobia Spreads Like A Virus, Natalie Escobar english
Alcuni punti fermi sul coronavirus, di Enrico Bucci, Ernesto Carafoli
22-29 febbraio
26-31 gennaio 2020
Spillover. L’evoluzione delle pandemie ​, di David Quammen Enzo Ferrara Nicola Villa

Nessun commento:

Posta un commento