L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 27 marzo 2020

le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale





Il Complexity Institute ha collezionato una serie di interventi di studiosi e pensatori sistemico-complessi sulla pandemia in corso e ne ha fatto un e-book che distribuisce gratuitamente attraverso link nella pagina postata. L’e-book “La complessità di una epidemia”, colleziona contributi di: Imma Ardito – Antonio Bonaldi
– Fritjof Capra – Enrico Cerni – Massimo Conte – Paolo Dell’Aversana – Marinella De Simone – Alberto Felice De Toni – Valerio Eletti – Fulvio Forino – Hazel Henderson – Pier Luigi Luisi – Giancarlo Manfredi – Cristina Ponsiglione – Dario Simoncini – Simonetta Simoni – Enrico Viceconte – Giuseppe Zollo, oltre naturalmente al mio che troverete a p. 110 dal titolo “Benvenuti nell’era complessa!”. Buona lettura.



Nessun commento:

Posta un commento