L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 25 aprile 2020

E' guerra vera è guerra totale, niente illusioni - é chiaro dove si è posizionata l'Australia

ESTERI
Giovedì, 23 aprile 2020 - 15:53:00
Tensioni Usa e Australia-Cina in Mar Cinese Meridionale
Una nave da guerra australiana sta conducendo esercitazioni nel Mar Cinese Meridionale insieme con navi della marina Usa


Crescono le tensioni tra Usa e Australia-Cina nel Mar Cinese Meridionale

La Cina è ferma sulla posizione di salvaguardare la propria sovranità, i propri diritti e i propri interessi nel Mar Cinese Meridionale. Nonostante la posizione contraria della Corte Internazionale di Arbitrato, l'aria reclamata da diversi paesi della regione, Vietnam, Taiwan, Malaysia, Brunei, e le Filippine, è ritenuta dalla Cina territorio proprio. A quanto riferisce oggi la stampa una nave da guerra australiana sta conducendo esercitazioni nel Mar Cinese Meridionale insieme con navi della marina Usa, segnando un inasprimento delle tensioni con la Cina, a riportare la notizia della stampa australiana è l'agenzia Ansa.

Una portavoce della marina australiana ha confermato che la HMAS Parramatta e' impegnata da due mesi in un "esteso dispiegamento" attraverso il sud e il sud-est asiatico per "aiutare a rafforzare la stabilita' e la sicurezza della regione", sottolineando che "l'Australia ha mantenuto un robusto programma di coinvolgimento internazionale con paesi nel Mar Cinese Meridionale e attorno ad esso". 

"Durante le esercitazioni di passaggio, le navi hanno raffinato l'interoperabilita' tra le marine australiana e Usa, con manovre marittime e di comunicazione", ha precisato. Da gennaio, quando ha cominciato a diffondersi l'epidemia di coronavirus, il governo e in particolare la guardia costiera della Cina affiancata dalle milizie marittime, hanno continuato a solcare le acque contestate, confrontandosi con agenzie marittime regionali e ostacolando i pescherecci. Lo scorso weekend il governo di Pechino ha annunciato di aver formalmente stabilito due nuovi distretti nel Mar Cinese Meridionale che includono decine di isolette a scogliere coralline contestate".

Coprendo una superficie di circa 3.500.000 km² è la terza porzione di mare più grande al mondo dopo i cinque oceani, il Mar dei Coralli ed il Mar Arabico. È delimitato a nord dalla costa meridionale della Cina e dallo stretto di Formosa, ad est dalle Filippine, a sud-est dal Borneo e dallo stretto di Karimata e ad ovest dalla penisola dell'Indocina.

Nessun commento:

Posta un commento