L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 1 maggio 2020

Cosa ci stanno a fare le navi australiane e statunitensi nel Mar Cinese meridionale?

Cina,no a militari Usa e Australia in Mar cinese sud

Pechino contraria a manovre militari congiunte

Xinhua
30 aprile 202018:14NEWS

(XINHUA) - PECHINO, 30 APR - La Cina si oppone con fermezza all'aumento della presenza militare degli Stati Uniti e dell'Australia nel Mar Cinese Meridionale. Lo ha dichiarato Wu Qian, portavoce del ministero cinese della Difesa Nazionale.
Il funzionario cinese ha commentato in conferenza stampa le notizie relative alle frequenti attività militari statunitensi nelle acque e nello spazio aereo intorno alla Cina, ai diversi giorni di manovre di addestramento delle forze navali e aeree degli Stati Uniti e alle esercitazioni congiunte di queste ultime con la Marina australiana nel Mar Cinese Meridionale.
La Cina, ha aggiunto Wu, presta molta attenzione ai movimenti delle forze armate statunitensi e australiane e resta in allerta, e il loro aumento "non favorisce la sicurezza e la stabilità del Mar Cinese Meridionale", ha detto Wu, ribadedo al assoluta contrarietà della Cina.
I fatti - ha detto Wu - hanno più volte dimostrato che gli Stati Uniti sono il principale motore della militarizzazione nel Mar Cinese Meridionale e una fonte di problemi per la pace e la stabilità regionali.
L'Esercito Popolare di Liberazione cinese, ha concluso il portavoce, resta in allerta per salvaguardare la sovranità, la sicurezza e gli interessi della Cina, nonché la pace, la stabilità e la prosperità della regione. (XINHUA)

Nessun commento:

Posta un commento