L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 27 giugno 2020

Per i Regolatori è indispensabile sapere l'identità dei possessori dei bitcoin

Bitcoin approda negli uffici postali australiani

Bitcoin.com.au, l’exchange di criptovalute s’insedia nelle poste australiane

by vitaminahcirca 26 giugno 2020


Oltre 4000 uffici postali australiani da domani potranno concedere l’acquisto di Bitcoin. Attraverso la partnership con l’exchange Bitcoin.com.au gli investitori saranno in grado di comprare BTC in tutta comodità e sicurezza.

Holger Arians, CEO della compagnia, ritiene che la nuova opzione di pagamento farà avvicinare molti nuovi utenti al settore:

“Per molte persone, pagare per Bitcoin in un ufficio postale australiano sembra più sicuro che trasferire fondi online, specialmente se sono acquirenti alle prime armi.

Siamo orgogliosi di questa collaborazione e desideriamo ringraziare l’Australia Post per la sua costante apertura verso le nuove tecnologie.”

Già presente in oltre 200 punti vendita, i clienti di Bitcoin.com.au erano già in grado di acquistare BTC grazie ad un’altra partnership con il network di pagamento Blueshyft.
I Luoghi fisici diventano i posti per acquistare Bitcoin

L’adozione di massa della criptovaluta più famosa al mondo che sta riscrivendo la storia della nuova finanza sta oramai prendendo il dominio anche negli uffici e punti vendita di tutto il mondo. Solo questo mese si sono registrati dati di nuovi distributori automatici di Bitcoin nel mondo che superano le 900 unità e solo 5000 sono situati negli Stati Uniti.

In Francia prevalgono invece le tabaccherie di Parigi che hanno venduto Bitcoin in tagli da 50, 100 e 250 euro. Il cliente riceve un biglietto contenente una password alfanumerica e un codice QR, che possono poi essere utilizzati sul portale in rete del wallet digitale Keplerk per ottenere le criptovalute acquistate.

Nelle filippine invece la collaborazione fra le società di investimento in criptovalute Abra e il network di pagamento ECPay ha permesso a migliaia di cittadini l’acquisto di Bitcoin nei punti vendita 7-Elelven.

E in Italia come si stanno muovendo? Facci sapere cosa ne pensi e i luoghi dove è possibile acquistare Bitcoin.

Nessun commento:

Posta un commento