L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 10 luglio 2020

La Germania da soldi veri alle aziende, noi dovremo assumere almeno 1 milione di giovani a tempo indeterminato nella pubblica amministrazione un investimento duraturo e strutturale

COMMISSIONE UE APPROVA PIANO PER LA GERMANIA. ALLE AZIENDE TEDESCHE 500 MILIARDI DI EURO

-8 Luglio 2020


Nelle ultime ore è rimbalzata la notizia dell’approvazione, da parte della Commissione Ue, del piano di aiuti a sostegno delle imprese tedesche per cercare di risollevarle dalla profonda crisi causata dal Coronavirus.

Nello specifico, la Commissione Ue ha dato il via libera ad un maxi piano di aiuti da 500 miliardi di euro e, come riporta ANSA, fonti vicine a Bruxelles hanno confermato come le richieste tedesche siano state giudicate in linea con le condizioni stabilite dall’Unione Europea sugli aiuti da dare ai paesi per contrastare la crisi economica.

Questa notizia, arrivata a pochi giorni dall’inizio della presidenza tedesca in UE, sicuramente genererà diverse discussioni, anche per il fatto che il “Fondo per stabilizzare l’economia” promosso dal Governo teutonico sia molto vantaggioso per le aziende tedesche.

Il fondo infatti, prevede garanzie fino ad un massimo di 400 miliardi per le aziende tedesche, con possibili prestiti e ricapitalizzazioni fino alla ragguardevole soglia dei 100 miliardi di euro.

In aggiunta, è stato disposto come sarà possibile il rifinanziamento, pari ad altri 100 miliardi di euro, per tutti gli aiuti alle aziende teutoniche già approvati nei mesi passati.

Nessun commento:

Posta un commento