L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 14 luglio 2020

R2020

LUGLIO 2020

Il tempo scorre in fretta e, se sei qui è perché sei consapevole di quanto ci sia da fare e di quanto a settembre dovremo essere pronti e uniti per agire su più fronti. Scuola, lavoro, sanità, diritti… l’emergenza democratica che stiamo vivendo è sempre più acuta.

È il momento di agire.

Perché i fuochi?

Il fuoco è luce e calore. È ascolto e dialogo. Attorno al fuoco si riuniscono le comunità. Ci si siede in cerchio e si parla. Gruppi di persone unite da valori e visioni comuni discutono e partecipano alla vita pubblica.

I fuochi, inoltre, anche in passato sono stati utilizzati per comunicare da luoghi lontani. Dobbiamo tornare a far questo: a rivivere comune comunità locali e a sostenerci come popolo anche da remoto.

Che cos’è un fuoco?
E' un gruppo di persone composto da cittadini, tecnici e politici che rappresenta una comunità territoriale (un piccolo paese oppure un quartiere di una città).

A cosa serve?
Attraverso la partecipazione attiva, il confronto e la discussione, si organizzano iniziative su tre diversi livelli: personale (cosa ogni singola persona può fare da solo), sul piano collettivo/locale (cosa la persona può fare insieme alla propria comunità per i problemi specifici della propria città) e a livello nazionale/internazionale (per le iniziative di maggiore rilievo che riguardano tutte le comunità locali). 

Come funziona?
Ogni fuoco locale si ritrova periodicamente in una riunione "plenaria" e decide, in base alle proprie priorità e alle proprie forze, quali iniziative concrete portare avanti. Ogni fuoco avrà un suo spazio sul sito R2020 e tutti i verbali delle plenarie saranno pubblici e trasparenti. Si coordinerà per le proprie iniziative con gli altri fuochi adiacenti, e un suo rappresentante (il cosiddetto "ambasciatore") porterà i temi in un coordinamento nazionale, per condividere ed organizzare le battaglie principali.

Che forza hanno i fuochi?
Dipende da quante organizzazioni, associazioni, professionisti e cittadini si riescono a coinvolgere e che parteciperanno nelle iniziative del fuoco locale. R2020 è una rete di coordinamento di tutti questi fuochi. Stiamo per avviare una serie di commissioni tecniche, che saranno a disposizione dei fuochi per il supporto nell'organizzazione delle singole iniziative.


Siamo convinti che l’unica risposta a questo sistema dispotico e dittatoriale sia la partecipazione e la condivisione. Il metodo dei gruppi di lavoro comunitario garantisce orizzontalità e democrazia. Ma soprattutto garantisce presenza e conoscenza. Per questo riteniamo fondamentale da oggi in avanti INCONTRARCI FISICAMENTE e mettere a disposizione i singoli talenti per il bene comune.

QUI PUOI VERIFICARE SE CI SONO GIÀ FUOCHI ACCESI VICINO A TE
QUI PUOI ACCENDERE UN FUOCO NELLA TUA ZONA. 

NB. Gli unici fuochi ufficiali sono quelli segnalati sul sito www.r2020.it

Perché?

In queste settimane sono nati tantissimi gruppi Facebook, Whatsapp e Telegram… gruppi di sostenitori, forme di coordinamento e associazioni spontanee sotto il nome R2020. È bellissimo vedere quanto quest’idea sia piaciuta e si stia diffondendo da sola. Grazie! Ma ci teniamo a precisare che ad oggi LE UNICHE REALTÀ UFFICIALI DI R2020 SONO QUELLE REGISTRATE SUL SITO. Il sito infatti permette di FARE RETE concretamente, di mettere in relazione professionisti e cittadini, di condividere documenti, proposte e intenti e di evitare che qualcuno s’intesti cariche di "capo" non in linea con la visione di R2020.

QUI POTETE LEGGERE LO STATUTO 

QUI POTETE SCARICARE IL PRIMO REPORT CHE SINTETIZZA IL LAVORO DEI GRUPPI COMUNITARI CHE SI SONO INCONTRATI A ROMA IL 30 GIUGNO E IL 1 LUGLIO.

Da questi documenti partiranno tutti coloro che da qui al 31 luglio vogliono incontrarsi in una plenaria e accendere un fuoco.

Ciò che uscirà dai fuochi verrà condiviso sul sito, se ci saranno particolari esigenze verranno sottoposte alla comunità. Se serviranno professionisti chiederemo a chi si è messo a disposizione la disponibilità. Se ci saranno azioni che si potranno portare avanti tutti insieme, a livello nazionale o internazionale, ci uniremo e diventeremo un’unica voce. Nelle battaglie locali, dove possibile, ci supporteremo, condividendo risultati e criticità. Questo per noi è l’unico modo per non farci trovare soli e impreparati e per cogliere, in questo momento di emergenza, l’opportunità di costruire al contempo nuove comunità RESILIENTI, RESISTENTI e RIBELLI.

SE ANCORA NON ESISTE UN FUOCO NELLA TUA ZONA, ACCENDINE UNO.

Appena acceso il fuoco riceverai il materiale per intavolare il primo incontro e le indicazioni su come proseguire.

GRAZIE PER LA TUA PARTECIPAZIONE!


Guarda il video che spiega come funziona il metodo dei gruppi di lavoro comunitario e video la struttura di R2020.


R2020. LA METODOLOGIA DI BASE

GUARDA TUTTI GLI ALTRI VIDEO SUL CANALE YOUTUBE DI R2020


Se sei un professionista e vuoi mettere a disposizione il tuo sapere e il tuo tempo per supportare le azioni individuate nei gruppi di lavoro, stiamo costituendo delle commissioni in cui far dialogare le varie professionalità. 
Ad oggi oltre 5000 esperti, medici, avvocati, giuristi, ricercatori etc. si sono messi a disposizione per far parte della rete R2020.

Le commissioni individuate finora sono:
Area Legale, difesa della Costituzione e dei diritti
Sovranità monetaria, economia e finanza etica
Sovranità alimentare
Sovranità digitale e tecnologie
Sovranità individuale, ars medica e benessere
Bambini, scuola, formazione ed educazione
Tutela ambientale
Comunicazione e informazione libera
Arte e spiritualità
Rete internazionale
Se anche tu vuoi unirti e portare avanti insieme a noi il tuo lavoro, puoi farlo compilando questo form.


Per restare aggiornati: 

Nessun commento:

Posta un commento