L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 17 agosto 2020

Anche Warren si allinea alle Strategie della Russia, Cina, Venezuela, Germania, Turchia e altri e si lancia nell'acquisto di oro. Il covid-19 nonostante che continuano a pomparlo generosamente è una foglia di fico troppo piccola per nascondere la crisi di sistema dell'economia mondiale ufficializzata a settembre del 2019 con le bidonate di miliardi di dollari giornalieri che la Fed ha lanciato ai mercati

Warren Buffett, la sua ultima mossa lascia di stucco (e preoccupa)

15 Agosto 2020 - 18:17 

Per la prima volta, Warren Buffett vende azioni bancarie e compra oro: saggezza o paura?


L’ultima mossa dell’oracolo di Omaha ha lasciato interdetti (se non davvero preoccupati) i mercati. Nel corso dell’ultimo quarto, la holding di Warren Buffett, Berkshire Hathaway, ha venduto fette importanti delle sue quote nelle principali banche statunitensi. I soldi sono stati riversati in buona parte in una delle più grandi compagnie minerarie al mondo.
Warren Buffett investe nell’oro

Non sembra lui: Warren Buffett scarica le azioni delle principali banche americane e investe in oro.

Il quinto uomo più ricco al mondo ha sempre sdegnato la corsa all’oro. Nel 1998, durante un discorso a Harvard, affermava: “[L’oro] viene estratto dalla terra in Africa, o da qualche altra parte. Poi lo fondiamo, scaviamo un altro buco, lo sotterriamo di nuovo e paghiamo persone per fargli la guardia. Non ha utilità. Per un osservatore marziano sarebbe un bel grattacapo”.

Nel 2009 ribadiva: “Meglio avere un’oca che depone uova piuttosto che un’oca che se ne sta lì a mangiare assicurazione e magazzini”. Ma il coronavirus (e forse anche la prudenza dell’età avanzata) deve avere cambiato tutto.

Effetto coronavirus su Berkshire Hathaway

Fino a prima della pandemia, i titoli bancari erano una certezza per il quinto uomo più ricco al mondo. Adesso la fiducia è crollata: nel corso del secondo quarto, Buffett ha venduto il 62% della sua quota in JPMorgan Chase & Co. e il 26% di quella in Wells Fargo.

Arretramenti ci sono stati anche in varie società di servizi finanziari come PNC Financial Services Group, M&T Bank Corpo., Bank of New York Mellon Corpo., Mastercard Inc. e Visa Inc. A maggio Buffett si era liberato di azioni Goldman Sachs.

Berkshire Hathaway si è ritirata anche dal settore aereo e da quello della ristorazione. Ma il dato che rende più palese cosa stia pensando adesso l’oracolo di Omaha è che l’unico nuovo investimento della holding è stato quello di Barrick Gold Corp., gigante dell’estrazione dell’oro.

La quota ha un valore da 605 milioni, non tantissimo per Berkshire Hathaway, ma abbastanza da far impensierire gli osservatori; una cosa è vendere azioni bancarie quando gli interessi sono bassi, un’altra è scommettere sull’oro in un periodo d’incertezza.

Nessun commento:

Posta un commento