L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 19 agosto 2020

Il copione si ripete stancamente. Arriva un razzo innocuo partono i missili veri quelli che ammazzano, distruggono e la prigione a cielo aperto non avrà mai la possibilità di divenire altro è stato il disegno lucido e strategico di Sharon, sempre lui quello del mattatoio di Sabra e Shatila e degli ebrei sionisti

Gaza: dopo razzo, Israele colpisce obiettivi Hamas

Qatar ed Egitto cercano di sventare escalation

© ANSA/EPA

Redazione ANSA
19 agosto 202011:20 NEWS

(ANSAmed) - TEL AVIV/GAZA, 19 AGO - In seguito ai lanci di ieri verso Israele di un razzo e di decine di palloni incendiari, l'aviazione israeliana è tornata a colpire la scorsa notte, per il settimo giorno consecutivo, obiettivi militari di Hamas nella striscia di Gaza. In particolare, ha precisato un portavoce militare israeliano, è stato centrato un campo di addestramento di una unità speciale di Hamas. Non si ha notizia di vittime.
Intanto l'ambasciatore del Qatar Mohammad al-Amadi, che mantiene contatti costanti con israeliani e palestinesi, ha reso noto che il suo Paese sta esercitando "sforzi intensi con ambo le parti per impedire una ulteriore escalation e per alleviare le condizioni della popolazione di Gaza". Ieri anche una delegazione dell' intelligence egiziana ha compiuto una spola fra israeliani e palestinesi per sventare una nuova fiammata di violenza. (ANSA).

Nessun commento:

Posta un commento