L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 1 agosto 2020

La cura per il covid-19 esiste, idrossiclorichina più antibiotico, eparina ed eventualmente dimetasone ma tutte le autorità non vogliono che la si usi perchè minerebbe alla base la Strategia della Paura che si nutre del terrore e dell'ignoranza delle masse. Il Potere dominante vuole continuare ad avere il controllo e indicare la direzione per distorcere progetti di vita basati sulla critica e pensiero libero

Perché i dottori sono pericolosi. Per l’ordine mondiale.

Maurizio Blondet 31 Luglio 2020 

Il 29 luglio scorso una dozzina di medici americani hanno tenuto una conferenza-stampa davanti alla Corte Suprema, per annunciare che loro sanno come curare il Covid, che hanno guarito centinaia di loro pazienti con il noto protocollo di idrossiclorochina più antibiotico, eparina ed eventualmente dimetasone. “A bloccarci non è il virus, quanto la ragnatela della paura; questa ragnatela che sta costringendo e prosciugando la linfa vitale del popolo americano, della società e dell’economia americana – Siamo qui solo per aiutare i pazienti americani e guarire la nazione americana”, ha detto la dottoressa Simone Gold.

La dottoressa Simone Gold e i colleghi durante la conferenza stampa.

La dottoressa è stata licenziata.

Lo stesso mercoledì 29 contro il dottor Stefano Manera è stato avviato un procedimento disciplinare. Il dottor Manera è l’anestesista che, lavorando fra gli agonizzanti all’ospedale di Bergamo nei due mesi della crisi acuta da coronavirus, ha identificato l’errore di diagnosi, corretto il quale la malattia è divenuta trattabile con la nota terapia a domicilio. Manera, con Tarro e Bracco, in sede di parlamento italiano aveva chiesto “perché le autopsie erano state negate e le domande sulle terapie non abbiano avuto risposta”.


I fulmini sui due medici, separati dall’Atlantico, danno definitivamente ragione a Massimo Giannini, oggi direttore di La Stampa:

“Un ordine mondiale esiste”.


Non mi stanco mai di riascoltare, centellinare e gustare le sesquipedali rivelazioni di Giannini: il governo Conte è nato “dalla necessità di preservare un ordine mondiale”, un ordine costituito che si tutela eliminando coloro che percepisce avversari. Nozioni preziose, di un complottista compiuto e rifinito, che gode però di un vantaggio in confronto a noi complottisti confinati nel discredito; lui può dirlo e restare rispettabile, perché lui il complotto mondiale lo approva, lo fa suo.

L’altra sera Giannini ci ha spiegato che questo ordine ha dato l’ordine di eliminare Matteo Salvini, che lo minaccia; increduli, vorremmo che il sapiente sviluppasse le sue alte riflessioni, informandoci anche del motivo per cui il suddetto Ordine Mondiale e tecnocratico delle elites, si senta minacciato da medici che curano troppo facilmente il Covid, non partecipano al programma di terrore, e perché ce l’abbia tanto – il detto Ordine – con la clorochina, da far pubblicare articoli falsi sulla sua pericolosità da riviste scientifiche cosiddette prestigiose, e decretando censure troppo visibili.

Infatti, per aver pubblicato la conferenza stampa della dottoressa Gold e colleghi pro-clorochina – diventata subito “virale”, come dice – twitter ha oscurato il sito conservatore Breitbard News, di cui Steve Bannon è stato l’anima. “Quasi 48 ore dopo, Twitter non ha ancora risposto o ripristinato la capacità di Breitbart di pubblicare post . Twitter ha rimosso il video e bloccato l’account Breitbart; una simile censura è stata operata da parte di YouTube e Facebook”, informa Zero Hedge. Il milione e mezzo di followers,se cercano di accedere, trovano un annuncio di Twitter che gli spiega che esso Twitter lo difende da informazioni ingannevoli e potenzialmente dannose sul Covid: TWitter è unicamente preoccupato di preservare l a salute vostra “e dei vostri cari”, non facendovi ascoltare i dottori.


Twitter si preoccupa della vostra salute, messa in pericolo dai medici.

Superato, il Twitter, nel suo disinteressato altruismo, solo dal nostro venerato Presidente: che anche lui ci implora, accasciato, di “non abbassare la guardia” sul Covid, perché “il pericolo è ancora attuale. Imparare a convivere con il virus non vuol dire comportarsi come se il virus non ci fosse più”.

Un vero padre, pieno di affetto ed inquietudine per la salute di ciascuno di noi; ci ha privato delle libertà perché nuoce alla nostra salute. “La libertà è un valore fondamentale in una democrazia, ma non può essere confusa con il “diritto di far ammalare gli altri”. Ora che ci sono di nuovo i focolai…Ed ecco (se questo non è un fake) che ci salva dal contagio per quattro anni, se occorre.


“Mattarella contro i negazionisti”, titola giustamente commosso Huffington. Perché è la mano santa dell’Ordone Mondiale che parla. SMattarella è più che un medico. E’ un guaritore,un taumaturgo,un padre, che dico? un Grande Fratello divorato dall’ amore per noi.

Non come quel bruto di Alexander Lukascenko, il dittatore della Bielorussia, che ha rivelato che la Banca Mondiale “ gli ha offerto un miliardo in crediti agevolati purché “facciamo come l’Italia”, ossia il lockdown totale anti-Covid. “E il FMI continua a chiederci: fate la quarantena, l isolamento, il coprifuoco. Che sciocchezze!”.

Nessun commento:

Posta un commento