L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 19 agosto 2020

Ma per avere un vaccino efficace devi avere un virus stabile cosa che il covid-19 ad Rna non è

L'Australia promette: "Se il nostro vaccino anti-Covid funzionerà sarà gratuito"

Le parole del primo ministro australiano Scott Morrison: "Lo distribuiremo e lo renderemo pubblico per 25 milioni di australiani"

Vaccino

globalist18 agosto 2020

Anzitutto trovare un vaccino efficace. E poi darlo a tutti: il primo ministro australiano Scott Morrison ha affermato che se il vaccino risulterà efficace l'Australia lo produrrà e lo distribuirà gratuitamente.

L'annuncio del premier è arrivato dopo l'accordo con la società farmaceutica AstraZeneca per ottenere il vaccino contro il Covid-19 su cui sta lavorando una squadra dell'Università di Oxford.
Morrison, citato dal "Guardian", ha affermato che l'Australia ha puntato sul vaccino di Oxford perché è "uno dei più avanzati e promettenti al mondo", ma anche specificato che a ogni modo il Paese continuerà i negoziati anche con le altre case farmaceutiche. Ciò che è certo è che per i cittadini australiani non si tramuterà in una spesa: "Se questo vaccino risulterà efficace noi lo produrremo, lo distribuiremo e lo renderemo pubblico per 25 milioni di australiani", ha concluso il premier.

Nessun commento:

Posta un commento