L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 7 settembre 2020

NoTav - quante troppe ragnatele nelle teste di Telt e Regione Piemonte

6 SETTEMBRE 2020
TAV E DEPOSITO DELLO SMARINO A SUSA, PARLA IL SINDACO: “PER NOI È UNA NOVITÀ, TELT E LA REGIONE CI COINVOLGANO”

Il sindaco di Susa Piero Genovese al cantiere Tav di Chiomonte

di PIERO GENOVESE (sindaco di Susa)

SUSA – Alla Città di Susa non è mai stata presentata la possibilità di deposito temporaneo dello smarino al sito dell’autoporto. Negli incontri finora avuti con TELT e la Regione si è sempre parlato, come è noto, del passaggio dei camion provenienti dal cantiere di Chiomonte da Susa, per poi andare a Salbertrand per il deposito e la trasformazione. Non essendoci indicazioni dell’avvio imminente dell’interessamento di Susa, contiamo infatti a tale proposito di proporre a Telt e Regione l’utilizzo dello svincolo dei Passeggeri per evitare il passaggio da Susa.

La proposta presentata ieri rappresenta per noi una novità, che non è mai stata presentata né discussa.

Dopo l’articolo pubblicato ieri ho sentito i tecnici di Telt, ai quali ho chiesto chiarimenti in merito al contenuto, i quali mi hanno risposto non esserci alcuna decisione in merito assunta, ma che l’ipotesi era già prevista nella variante dell’attuale progetto definitivo.

Nei prossimi giorni invieremo una nota a Telt e alla Regione nella quale ribadiremo la richiesta di essere coinvolti come Città in ogni ipotesi che coinvolga il nostro territorio e che queste non vengano presentate a mezzo stampa prima che vengano discusse.

Con la nostra amministrazione abbiamo proposto un cambio di impostazione alle ipotesi di realizzazione del progetto dell’alta velocità, ma questo non significa esserne favorevoli e accettare qualunque proposta, ma voler entrare nel merito ed essere coinvolti per discuterla tutelando, con questo metodo meglio i cittadini e il territorio.

Nessun commento:

Posta un commento