L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 26 ottobre 2020

Contro il bla bla bla la positività delle certezze

CORONAVIRUS
L’utilizzo di cortisone riduce la mortalità per COVID-19

Pubblicato il 25.10.20 di Daniela Berardinelli 

Il cortisone riduce la mortalità nei pazienti affetti da SARS-Cov-2, a dirlo è una metanalisi effettuata su 7 studi clinici randomizzati e controllati (RCT), che include in totale 1703 pazienti provenienti da 5 diversi continenti; precisamente dall’Australia, Brasile, Canada, Cina, Danimarca, Francia, Irlanda, Olanda, Nuova Zelanda, Spagna, UK e US.
Covid-19, mortalità ridotta con uso di cortisone

I dati sui pazienti sono stati raccolti dal mese di febbraio a quello di giugno 2020. L’età media dei pazienti studiati è di 60 anni e il 29% sono donne. I farmaci cortisonici indagati sono stati il desametasone, l’idrocortisone e il metilprednisolone.

L’utilizzo di cortisone è stato associato ad una minore mortalità sia nei pazienti sottoposti a ventilazione meccanica invasiva che non invasiva. Tale relazione appare valida sia per gli individui più giovani che per i più vecchi, indipendentemente dal sesso e dalla durata dei sintomi.

Già lo studio RECOVERY (incluso in questa metanalisi) aveva evidenziato una riduzione della mortalità del 12% nei pazienti trattati con bassi dosaggi di desametasone in ventilazione meccanica invasiva.

La dose e la durata del trattamento ottimali non sono ancora totalmente chiari, ma non ci sono attualmente evidenze che preferiscano l’utilizzo di un dosaggio più elevato di cortisone rispetto ad uno più basso in termini di maggiore beneficio. Anche l’insorgenza di effetti avversi sembra essere meno probabile nei soggetti trattati con cortisone rispetto a quelli non.

I vantaggi del cortisone sono inoltre molteplici: il basso costo, il facile utilizzo e l’elevata disponibilità. Sulle base di questi e altri recenti studi l’OMS ha elaborato delle raccomandazioni di utilizzo del cortisone nei pazienti COVID-19.

Come utilizzare il cortisone, raccomandazioni OMS


Critical Covid-19 Pazienti con ARDS, sepsi, shock settico o altre condizioni che richiedono trattamenti salvavita come la ventilazione meccanica (invasiva e non) o l’utilizzo di terapia vaso pressoria
Severe Covid-19 Pazienti con (parametri indicativi): SpO2 < 90% con O2, FR > 30 atti/minuto, segni di stress respiratorio (utilizzo di muscoli accessori, difficoltà nel terminare di esprimere una frase
Riferimenti
WHO Rapid Evidence Appraisal for COVID-19 Therapies (REACT) Working Group, Sterne JAC, Murthy S, Diaz JV, Slutsky AS, Villar J, et al. Association Between Administration of Systemic Corticosteroids and Mortality Among Critically Ill Patients With COVID-19: A Meta-analysis. JAMA. 2020;324(13):1-13

Nessun commento:

Posta un commento