L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 19 ottobre 2020

Energia Pulita - Lo Zambia con l'aiuto della Cina entro il 2021 sarà autosufficiente nella produzione d'energia con la diga Kafue Lower


Zambia: verso la fine dei blackout con la messa in servizio della diga di Kafue Lower da 750 MW

Lo Zambia produrrà elettricità sufficiente a soddisfare la sua domanda entro marzo 2021 con la messa in servizio della diga di Kafue Gorge Lower Dam da 750 MW.

L’annuncio è stato dato dal Ministro dell’Energia che ha ricordato che il Paese installerà anche 600 MW di energia rinnovabile.

In Zambia, il ministro dell’Energia Matthew Nkhuwa ha dichiarato che l’ondata di black-out che ha scosso il Paese per diversi mesi si concluderà nel marzo 2021. Ciò sarà possibile con la costruzione della centrale idroelettrica di Kafue Gorge Lower.

L’infrastruttura di 750 MW di capacità colmerà il deficit energetico che attualmente è di 810 MW. L’impianto è attualmente in costruzione e produrrà 150 MW di elettricità a partire da ottobre 2020 e altri 150 MW a partire da dicembre 2020. I restanti 450 MW saranno aggiunti a partire da marzo 2021, ha spiegato il funzionario.

Il ministro ha inoltre dichiarato che il governo, per far fronte al deficit, ha stipulato una partnership con POWERCHINA per lo sviluppo di 600 MW di impianti di energia rinnovabile in tutto il Paese.

Va ricordato che il deficit energetico del Paese è dovuto alla forte dipendenza dall’energia idroelettrica. La diga idroelettrica di Kariba, che produce la maggior parte dei suoi consumi, ha visto la sua capacità produttiva ridursi di oltre il 50% a causa delle scarse precipitazioni della stagione 2018-2019.

Nessun commento:

Posta un commento