L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 30 ottobre 2020

Il nemico è la Fratellanza Musulmana che usa l'Islam per imporre il proprio potere. al Sisi docet

Orribile attentato a Nizza

Maurizio Blondet 29 Ottobre 2020 

dal Corriere:

Attentato a Nizza, tre morti nella cattedrale: «È terrorismo»

Uccise due donne e il guardiano della chiesa. Fermato e ferito l’assalitore. Parigi alza il livello di allerta antiterrorismo al livello massimo. Attacchi anche a Digione e a Gedda


Il terrorista di #Nizza è un immigrato tunisino arrivato da poco in #Francia via #Lampedusa

Simultaneamente, altri attentati:

Un secondo attacco di coltello in #Francia Un uomo armato di coltello è stato appena ucciso ad #Avignon dopo aver tentato di attaccare gli agenti al grido di “Allah Akbar”

Dopo #Nizza e #Avignon In Arabia Saudita nel Consolato Generale di Francia a Jeddah. Una guardia di sicurezza è rimasta ferita. L’attentatore armato di coltello è stato neutralizzato.

I lettori abituali dovrebbero essere in grado di capire da sé. Ritorno dei solitary assassin, del terrorismo ISIS decapitatore , seminerà le condizioni per lo scontro degli 8 milioni di musulmani cittadini francesi contro il resto dei francesi.

“Avanti con leggi speciali, che colpiranno i comuni cittadini in nome della lotta al #radicalismo islamico. Il solco è stato tracciato tempo fa, ora l’imperativo è restate a casa: se non per il #COVID , per tenere la testa al solito posto, cioè sul collo”.

Il sindaco di Nizza Christian Estrosi cosa fa? Come prima misura?
Ordina la chiusura delle chiese cattoliche


Niente Messe, niente funzioni.


Estrosi, sindaco di Nizza.
Christian Estrosi: «J’ai un sérieux coup de foudre pour Israël» https://www.facebook.com/estrosi.christian/photos/a.10150217400645579/10152634129320579/?type=1&theater
“Sono fiero di essere un amico di Israele”

Frattanto in Italia,
“Prelievo forzoso in arrivo. A rischio risparmi, immobili e pensioni”. Parla Marco Rizzo
Una patrimoniale sarebbe oramai imminente: a rischio i risparmi, le case di proprietà, la sanità pubblica e le pensioni secondo Marco Rizzo, segretario del Partito Comunista.


Come da programma Grand Reset del World Economic Forum….

Nessun commento:

Posta un commento