L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 28 ottobre 2020

La terapia per curare a casa il covid c'è

Idrossiclorochina: IppocrateOrg fornisce gli strumenti per prescriverla

27.10.2020 - Redazione Italia


Il Consiglio Direttivo del Movimento Ippocrate Italia ha deciso di mettere a disposizione dei cittadini italiani il documento di richiesta di accesso alla Terapia Domiciliare per Covid al proprio medico curante oppure ad altro medico di fiducia. Lo potete scaricare al seguente link:

Tale decisione è stata presa in conseguenza all’incremento di casi di ospedalizzazioni dovuti, principalmente, alla totale assenza di terapie domiciliari. Sempre più aderenti ci riferiscono che il medico curante, in caso di sintomi Covid, prescrive soltanto tachipirina. Ricordiamo che questo film della sola tachipirina e poi dei ricoveri massicci lo abbiamo già visto in marzo e aprile, in particolare in alcune regioni del nord Italia.
Nei casi in cui, in marzo e aprile, veniva somministrata una adeguata terapia domiciliare, l’ospedalizzazione veniva evitata.

In caso di aggravamento ulteriore della situazione e dei decessi non esiteremo a ricorrere alle Procure della Repubblica contro le Amministrazioni Regionali che non avessero, nel frattempo, ritirato il divieto ai medici di famiglia di prescrizione di farmaci essenziali per il controllo della malattia all’insorgere dei primi sintomi a livello domiciliare.
Oltre, ovviamente, a citare in causa il Ministero della Salute e l’Istituto Superiore della Sanità per il persistere di una presa di posizione incomprensibile che chiariranno direttamente all’Autorità Giudiziaria.

Per chiarimenti: info@ippocrateorg.org

Nessun commento:

Posta un commento