L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 19 ottobre 2020

Racconti autunnali - 4 - I soldi vengono creati con un clic dalle banche commerciali. Le operazioni economiche sono scommesse, arrivate ad un valore minimo di 640.000 miliardi di dollari ad un valore ipotetico di 2,2 milioni di miliardi di dollari. Il covid-19/lockdown strumento dell'Occidente serve per fermare questa deriva insostenibile, la distruzione di uomini, merci, capitali e mezzi di produzione da una parte e dall'altra la creazione di moneta immessa nel sistema dalle banche centrali, in maniera massiccia, per accompagnare la crisi sociale-economica conseguente. Il reset del Capitalismo potrebbe funzionare in modo da ripartire nel nuovo ciclo economico di ri-accumulazione e ri-cominciare a macinare profitti, ma lascia/lascerà sul campo morti e feriti che non saranno certamente chi ha organizzato questa ritirata strategica

Cosa sono i derivati ​​e perché dovremmo sapere cosa sono.

18 ottobre 2020

DERIVATI

Cosa sono i derivati ​​e perché dovremmo sapere cosa sono.

A cura di Andrea Cecchi - 18/10/2020

Sai cosa sono i derivati?

Nessun problema, la maggior parte delle persone non sa cosa sono i derivati. Ma sarebbe bene saperlo, perché la realtà quotidiana ne è permeata. Cosa intendo esattamente con questo?

Ecco un esempio. Seguimi in questo breve ragionamento. Cercherò di spiegarlo nel modo più semplice possibile.

Usiamo tutti i soldi quotidianamente per gli acquisti. Ma come nascono i soldi?

!!! IL DENARO ESISTE SOLO DOPO CHE UNA BANCA LO CREA INDEBITANDO QUALCUNO !!!

(rileggere più volte la frase sopra fino a quando non affonda)

Quindi, possiamo dire che il denaro è un'unità di debito.

I SOLDI CHE HO IN TASCA SONO:

1) IL MIO DEBITO
2) IL DEBITO DI QUALCUN ALTRO.

Avendo compreso questo passaggio fondamentale, cioè che il denaro è debito, passiamo ora a comprendere il passaggio successivo: CRESCONO GLI INTERESSI SUL DEBITO.

Perché è importante capirlo?

Perché il tasso di interesse che le banche applicano è calcolato con una formula che si basa su un derivato, ad esempio l'IRS (interest rate swap) e qui può diventare confuso e piuttosto difficile da capire.


Ti faccio un esempio: accendo un mutuo per comprare casa e la banca mi paga la somma creando i soldi dal nulla con una registrazione contabile. “Per determinare quale tasso di interesse dovrebbe essere applicato a un mutuo a tasso fisso tradizionale, entra in gioco il valore percentuale dell'IRS. L'Interest Rate Swap è l'accordo stipulato tra la banca e uno speculatore disposto a correre un rischio. Questi accordi finanziari determinano un dato medio annuo ”. Quel denaro che ricevo è il mio debito, ma una volta trasferito al venditore, quel denaro diventa il suo denaro con il quale utilizza per l'acquisto. Nell'esempio della vendita della mia casa, il mio debito diventa la liquidità circolante che la controparte può decidere di mettere in circolazione nel sistema, spendendola. Su quell'importo, che è il denaro che vediamo con i nostri occhi e che tocchiamo con le nostre mani, maturano interessi (che non vediamo), calcolati secondo la formula dell'IRS, che è uno swap, un derivato. Quindi, ogni volta che guardiamo una banconota da $ 50, immagina di vedere sul retro, gli ingredienti, come quelli su una confezione di biscotti, "Questa banconota contiene: carta, inchiostro, debito, derivati ​​altamente tossici e derivati ​​che possono causare molto effetti collaterali gravi ".

Quindi possiamo tranquillamente affermare che la nostra vita di tutti i giorni è permeata in ogni suo aspetto da operazioni finanziarie molto complicate che si chiamano derivati. Il derivato sui tassi di interesse denominato IRS è solo uno dei tanti contratti che costituiscono la base di tutte le funzioni economiche del mondo. Di seguito è riportato un articolo che avevo ritagliato dal Financial Times del 29 giugno 2007, quando la catastrofe dei mutui subprime stava già bollendo nel piatto.


Possiamo divertirci facendo un semplice esercizio: chiedere alle persone che incontriamo se sanno cos'è un derivato. (Mi piace anche chiedere a chi conosce la differenza tra debito e deficit). Nessuno sa. Quindi immagina chi potrebbe mai essere in grado di elencare e spiegare con competenza i contratti derivati ​​sopra elencati, che sono solo una piccola parte di una galassia complessa.

Vista l'importanza trasversale dei derivati, che sono una componente primaria del denaro che utilizziamo e quindi della nostra vita, credo sia una buona cosa avere almeno un po 'di infarinatura sull'argomento e spero di riuscire con questa newsletter.

Ho scritto sui derivati ​​nelle mie precedenti newsletter:



Con questa newsletter spero di riuscire a spiegare bene l'argomento. Questo è qualcosa che devi assolutamente capire. Quindi quanto segue è molto importante perché è il fondamento su cui è costruito l'intero sistema economico globale: la montagna dei contratti derivati! Quella che è in corso ora è una manovra chiamata "GREAT RESET" con la quale gli stati di tutto il mondo hanno concordato globalmente, con la scusa del virus sintetico, di cercare di disinnescare la controparte disastrosa a causa dell'enorme catastrofe che avrebbe travolto evento di deflagrazione della bomba al neutrone contenuta nel mondo dei derivati. Come quando un reattore nucleare sta per esplodere, vengono messe in atto prontamente le cosiddette procedure di "contenimento". Nel nostro caso, le procedure di contenimento sono state il congelamento dell'economia reale di base con blocchi e la stampa di moneta illimitata, da gettare sulle fughe di contratti derivati, proprio con l'obiettivo di ottenere il contenimento.

Quindi per favore! Seguimi ancora un po 'perché ne vale la pena, così sarà tutto più chiaro e più comprensibile.

I derivati ​​sono scommesse fatte nella maggior parte dei casi con denaro preso in prestito.

Sono scommesse, come abbiamo visto, fatte sui tassi di interesse, ma anche su valute estere, su azioni, sui fallimenti di individui e società, e anche su scommesse.

Le scommesse vengono piazzate dalle banche tra di loro, tra banche e agenzie di intermediazione, tra broker e hedge fund, tra hedge fund e banche e altri.

Spesso hanno un alto tasso di rischio e sono di dimensioni gigantesche.

Secondo la Banca dei regolamenti internazionali (BRI), il mondo intero è gravato da una pila di derivati ​​OTC di 640 trilioni [640.000 miliardi] ( https://stats.bis.org/statx/srs/table/d5.1?f=pdf ) A dato più vicino alla realtà, contando tutti i contratti nel loro complesso, sarebbe, secondo alcuni analisti, essere 2,2 quadrilioni o 2,2 milioni di miliardi. Se consideriamo anche la singola cifra di 640mila miliardi, questi corrispondono già a oltre 10 volte il PIL del mondo intero. Il fatto è che nessuno sa quanto sia l'intero valore, sono cifre stimate, perché le scommesse derivate sono nella maggior parte dei casi atti privati. Ad esempio, quando sono usciti i derivati ​​che annegarono la banca del Monte dei Paschi di Siena, abbiamo scoperto che si trattava di due contratti scritti privatamente tra MPS e Nomura e MPS e Deutsche Bank che erano all'interno delle casseforti personali dei gestori delle rispettive banche e nessun organo di controllo ne era a conoscenza.

È uscito tutto più tardi dopo il fatto. Quando il nodulo purulento era già scoppiato. Proprio come la scommessa dei Duchi nel film capolavoro “Trading Places”. (Questo film è fondamentale. Suggerisce che nel mondo finanziario altamente speculativo, una scommessa che ha un esito opposto (Valentine invece di Winthorp) può avere effetti a catena catastrofici. Nel film, aver scommesso su Valentine coinvolge, a causa delle audaci vicissitudini dei protagonisti, una lettura inversa dei dati sui futures sul succo d'arancia e sul crollo della casa di investimento Dukes). L'immagine sotto mostra la rappresentazione di un contratto OTC. È più chiaro ora, giusto?


Ma torniamo ai numeri colossali del mondo iper-speculativo dei derivati. I "fan" derivati ​​sostengono che queste cifre non hanno nulla a che fare con il rischio reale che rappresentano poiché la maggior parte dei giocatori scommette denaro preso in prestito. Per capire meglio come funzionano, considera questo esempio: un giocatore va a Las Vegas e vuole tentare la fortuna alla ruota della roulette, ma non rischiare tutto su una cosa, quindi invece di mettere soldi su numeri casuali, scommette un po 'su rosso e un po 'nero; un po 'in pari, un po' in dispari.

Raramente vince più di una frazione di quello che ha giocato, ma allo stesso modo raramente perde più di una frazione comunque.

Anche banche come Citigroup o Deutsche Bank fanno la stessa cosa con i derivati, ma con alcune differenze sostanziali:

1. Non scommetti contro il banco. Non c'è infatti nessuna banca contro cui scommettere, invece nel gioco dei derivati ​​si scommette con l'equivalente degli altri giocatori attorno al tavolo del casinò.

2. Anche se le scommesse sono equilibrate, questo non è il caso dello stesso giocatore. Per tornare all'esempio della roulette, se Citigroup punta sul rosso contro un giocatore, può scommettere sul nero contro un altro giocatore. Alla fine le scommesse sono equilibrate (rosso = nero), ma i singoli giocatori non lo sono… per niente!

3. Come accennato in precedenza, la posta in gioco è spaventosamente grande, milioni di volte su tutti i casinò del mondo messi insieme.

Ecco la domanda che ancora non ha risposta:

COSA PUO' ACCADERE IN CASO DI CROLLO?

Cosa succede se il giocatore non ha i soldi per pagare la scommessa?

Questa affermazione non viene da un catastrofista uccello del malaugurio, ma dal direttore del Fondo monetario internazionale, il discorso che ha tenuto a Washington:

"Il fallimento di Lehman è un segnale che il collasso globale può arrivare all'improvviso".

Nella racchetta delle scommesse, la mafia sa come affrontare l'insolvenza dei giocatori perdenti. Nella malavita, le scommesse ruotano attorno ai bookmaker che fanno parte di un intricato sistema di argomenti.

Il sistema funziona quasi sempre bene ma se uno dei principali bookmaker non paga la filiera si interrompe provocando una reazione a catena e tutti perdono, sia i vinti che i vincitori, ma quel che è peggio, anche i vincitori che contavano di vincere da un parte per compensare una perdita altrove, si ritrovano sbilanciati e cadono provocando il collasso dell'intero sistema con loro. Per evitare questo tipo di disastro, la mafia sa esattamente cosa fare e prende le contromisure molto rapidamente. Se uno scommettitore non paga, la prima volta se la cava con delle ossa rotte in qualche vicolo buio, mentre la seconda volta potrebbe ritrovarsi in fondo all'East River con scarpe di cemento. A differenza della mafia, istituzioni come la Borsa di New York e il Chicago Board of Trade operano legalmente ma utilizzano anche "bookmaker" chiamati broker. Il trading istantaneo è bandito! Ma ecco il trucco. Nei derivati ​​non ci sono broker, né borse di scambio, né controlli. Infatti, di quei milioni di miliardi solo il 4,5% è stato scambiato in borsa, il resto (+ 95%) sono scommesse fatte direttamente tra le parti: acquirente e venditore. In gergo si dice "over the counter" OTC, che significa allo sportello, come in un bar, o in una bisca clandestina. Il 100% dei derivati ​​mondiali che la BRI afferma essere 640 trilioni sono valori "over the counter". Nessuna borsa, nessun controllo, nessuna regola. Non è semplicemente un caso di disciplina cattiva o inesistente.

È molto peggio, è l'equivalente di un conglomerato di giocatori che scommettono per strada senza nemmeno un casinò per mantenere l'ordine. I dati forniti da OCC e da BIS, ci fanno capire che se uno dei giocatori, anche un giocatore meno esposto come Lehman Brothers, fallisce, questo getta tutto il sistema nella totale paralisi del credito. Deutsche Bank è enormemente più esposta, motivo per cui c'è sempre uno sforzo per la Germania sempre e in ogni modo possibile. Perché la Germania viene sempre sovvenzionata? Capisci adesso perché? Perché se la Deutsche Bank esplode tutto il resto esplode!



Ecco perché il super investitore Warren Buffett ha chiamato i derivati ​​"armi di distruzione di massa". Se conti un dollaro al secondo, occorrono 32 milioni di anni per arrivare a un quadrilione ”.

Siamo ora giunti alla fine di questa strada. Alla GRANDE CROCEVIA, come ho scritto nella precedente newsletter.


quello a cui stiamo assistendo è la fine del precedente sistema monetario e i cambiamenti in atto saranno epocali. Quando la tecnologia avrà salvato le élite, verrà il giorno del giudizio. Ognuno per se.

Nessun commento:

Posta un commento